Roma, 18/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Solare offshore ed eolico flottante: un progetto ibrido in Calabria da 540 MWp

11Decreto Net Zero
Home > News > Elettrificazione > Solare offshore ed eolico flottante: un progetto ibrido in Calabria da 540 MWp

Si vuole costruire in Calabria un parco da 540 MWp che combinerà solare offshore ed eolico flottante. Il progetto si deve al lavoro di Green Arrow Capital, SolarDuck e New Developments, che hanno firmato un accordo proprio per lo sviluppo dell’iniziativa.

Un progetto ibrido

Da un accordo firmato tra Green Arrow Capital, SolarDuck e lo sviluppatore New Developments, si sta lavorando in Calabria a un nuovo progetto ibrido che prevede di combinare fotovoltaico offshore ed eolico flottante. Stiamo parlando di un parco, che attende ancora l’autorizzazione per partire, che dovrebbe entrare in funzione nel 2028.

Come caratteristiche, l’impianto avrà una potenza complessiva di 540 MWp, suddivisa in 420 MWp di energia dal vento, e 120 MWp di energia solare. L’iniziativa rientra inoltre tra gli investimenti previsti da Green Arrow Infrastructure of the Future Fund, che opera nell’ambito delle rinnovabili e nei mercati europei ad alto potenziale, con l’obiettivo di puntare su asset qualificati.

Tra i punti di interesse del Fondo, rientra anche lo stoccaggio a batterie, lo sviluppo di stazioni di ricarica per veicoli elettrici e la trasmissione dei dati tramite 5G, dunque tutte tematiche che rientrano in quelli che sono gli obiettivi a medio-lungo termine per un futuro più smart e sostenibile.

Generare più di 160 GWh di energia pulita ogni anno

Ma quale sarà la reale struttura del parco italiano? Verranno installati offshore dei pannelli fotovoltaici dall’impatto ambientale minimo e 28 turbine eoliche galleggianti, con l’ambizione di generare più di 160 GWh di energia pulita ogni anno.

L’impianto sarà realizzato nel Golfo di Taranto, formato dalle coste ioniche di Puglia, Basilicata e Calabria, e dalle corrispondenti province di Lecce, Taranto, Matera, Cosenza e Crotone.

Daniele Camponeschi, Co-Founder & Chief Investment Officer del Gruppo Green Arrow Capital, ha spiegato quanto sia importante dar vita a nuovi progetti che non solo generano elettricità verde, ma dimostrano anche ampia versatilità, permettendo di raggiungere il perfetto equilibrio tra installazioni onshore e offshore.

Tecnologia all’avanguardia

Il progetto prevede inoltre l’utilizzo di una tecnologia all’avanguardia messa a punto dall’azienda olandese SolarDuck, che crede che l’Italia abbia già gettato le basi per un grande sviluppo delle rinnovabili offshore, con misure annunciate per la semplificazione dei requisiti. L’ambizione però, è quella di compiere ulteriori passi in avanti con altri provvedimenti in arrivo.

È nel 2021 che l’azienda, con sede a Rotterdam, presentò per la prima volta le prestazioni della sua nuova struttura galleggiante, con un sistema da 64 kW installato in un sito sul fiume Reno. Parliamo di una piattaforma flottante in grado di proteggere i pannelli solari a più di 3 metri dalla superficie dell’acqua, preservandone dunque il funzionamento anche in caso di onde alte, perturbazioni o venti da uragano.

Proprio per questo, parliamo di innovazioni ottimizzate appositamente per l’offshore, oltre che per stabilimenti da realizzare vicino alle coste. Che contributo darà questo nuovo parco italiano per quelli che sono gli obiettivi green da soddisfare nel Paese?

Articoli correlati