Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Hydrogen Valley tra Italia, Slovenia e Croazia: 7,6 milioni di euro dalla Commissione Ue

11idrogeno
Home > News > Idrogeno > Hydrogen Valley tra Italia, Slovenia e Croazia: 7,6 milioni di euro dalla Commissione Ue

La Commissione Europea approva un finanziamento da 7,6 milioni di euro a favore del progetto North Adriatic Hydrogen Valley (NAHV), la prima iniziativa transfrontaliera dell’Ue promossa da Italia, Slovenia e Croazia. Ma di cosa si tratta nello specifico?

North Adriatic Hydrogen Valley (NAHV)

La North Adriatic Hydrogen Valley (NAHV) è un’iniziativa volta allo sviluppo di un’economia dell’idrogeno nella regione del nord Adriatico, che comprende Italia, Slovenia e Croazia. L’obiettivo principale è sfruttare i benefici del vettore per ridurre le emissioni, promuovendo al contempo la transizione e la crescita di nuove infrastrutture.

Anche questo progetto, come tanti altri già avviati nel Vecchio Continente, pone dunque al centro l’importanza della produzione, lo stoccaggio e il trasporto del carburante ottenuto in modo sostenibile, da poter impiegare in diversi settori.

I finanziamenti

Sono infatti diversi i finanziamenti ottenuti per portare avanti la NAHV, come i 25 milioni di euro provenienti dalla Clean Hydrogen Partnership, per una produzione di idrogeno rinnovabile pari a 5.000 tonnellate all’anno, e 7,6 milioni messi a disposizione dalla Commissione europea.

Importante anche la collaborazione tra enti governativi, istituzioni accademiche, industrie e società civile, allo scopo di implementare sempre più tecnologie pulite legate all’uso dell’H2.

‘Piattaforma di investimento per l’idrogeno pulito del Nord Adriatico’

Come dichiarato da Massimiliano Fedriga, presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, queste risorse sono state assegnate alla ‘Piattaforma di investimento per l’idrogeno pulito del Nord Adriatico’, che si occuperà di accelerare le azioni di innovazione transnazionale all’interno dell’ecosistema dell’idrogeno. Di cosa si tratta?

Parliamo di un progetto nato con l’idea di rappresentare un punto di incontro tra investitori, istituzioni, enti di ricerca e altri attori interessati al tema. Tra le ambizioni poi, facilitare gli investimenti nel combustibile e soprattutto nella ricerca, oltre che offrire supporto alla valutazione delle singole iniziative.

Cosa ci si aspetta adesso?

Il lancio della Piattaforma è previsto per autunno 2024, con lo scopo di cofinanziare progetti in tutta la regione del Nord Adriatico per un valore complessivo pari a 10,5 milioni di euro.

Cosa ci si aspetta adesso? Di certo una grande crescita del vettore, che per tutti e tre i Paesi potrebbe avere un ruolo chiave nella decarbonizzazione internazionale.

La regione del Nord Adriatico poi, offre di certo un ambiente favorevole per la produzione non solo di H2 ma anche di energia pulita, con l’intento di istituire una rete integrata che facili lo scambio tra le Nazioni e porti anche a una maggiore sicurezza energetica.

Articoli correlati