Roma, 14/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Sette Paesi raggiungono quasi il 100% nella produzione di energia rinnovabile. Il rapporto

11mix rinnovabili
Home > News > Elettrificazione > Sette Paesi raggiungono quasi il 100% nella produzione di energia rinnovabile. Il rapporto

Secondo l’ultimo Global Wind Report dell’associazione di categoria Global Wind Energy Council (GWEC), sette Paesi in particolare hanno raggiunto risultati record nel campo delle rinnovabili, con il 2023 considerato l’anno dell’eolico.
SCARICA QUI IL RAPPORTO.

I dati

Dai dati diffusi dall’ultimo Global Wind Report dell’associazione di categoria Global Wind Energy Council (GWEC), ci sono 7 Paesi che generano oggi il 100% dell’elettricità da fonti rinnovabili, due dei quali in Europa. L’anno scorso in particolare, è stato l’anno migliore per quel che riguarda l’installazione di nuovi impianti eolici.

In particolare, nel 2023, a livello globale sono stati installai 116 GW di nuova capacità proveniente dall’energia del vento. Si tratta dunque di un aumento del 50% rispetto al 2022, con la Cina prima in classifica seguita poi da Stati Uniti, Brasile e Germania.

Anche l’Europa però, soprattutto grazie alla forte crescita dei Paesi Bassi, ha registrato un anno record per il settore, con 3,8 GW di nuova capacità offshore. Ma quali Nazioni sono alimentate esclusivamente da Fer?

Crescente tendenza verso l’adozione di soluzioni più sostenibili

I risultati del rapporto sono stati analizzati dall’International Energy Agency (IEA) e dall’International Renewable Energy Agency (IRENA), che hanno spiegato che oltre il 99,7% dell’elettricità in Albania, Bhutan, Etiopia, Islanda, Nepal, Paraguay e Repubblica Democratica del Congo proviene da energia geotermica, idroelettrica, solare o eolica.

Poi, ci sono anche altri 40 Stati che invece ne hanno prodotto almeno il 50% tra il 2021 e il 2022, tra cui 11 Stati membri Ue. Tutto questo, secondo quanto sottolineato dalle Agenzie internazionali, evidenzia di certo una crescente tendenza verso l’adozione di soluzioni più sostenibili.

Nuove tecnologie

Mark Jacobson, professore a Stanford e autore dello studio, ha parlato anche della necessità di nuove tecnologie per fermare le emissioni di C02, promuovendo l’elettrificazione e sfruttando le risorse naturali come il vento, l’acqua e il Sole.

Dal report inoltre, emerge come, la Nazione che ha di certo superato ogni aspettativa è la Scozia, producendo una quantità tale di energia green pari al 113% del suo consumo elettrico totale nel 2022.

Il Paese infatti sta facendo dei passi da gigante soprattutto per quel che riguarda l’eolico e l’idroelettrico, ospitando la turbina mareomotrice più potente al mondo.

La crescita annuale deve essere di almeno 320 GW

Come spiegati poi anche dagli altri autori, il mondo sembra stia procedendo nella giusta direzione per combattere il cambiamento climatico.

Tuttavia, avvertono, la crescita annuale deve essere di almeno 320 GW entro il 2030 per quel che riguarda l’uso delle fonti alternative, anche per rispettare l’impegno della COP28 di triplicare le Fer entro la fine del decennio.

Al momento comunque, tra le rinnovabili sembra ancora dominare il solare, che rappresenta circa il 73% di tutta la crescita avuta in questi anni, seguita dall’eolico con il 24%.

Articoli correlati