Roma, 18/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

In Scozia allarme sull’impatto ambientale delle super turbine

11parchi eolici
Home > News > In Scozia allarme sull’impatto ambientale delle super turbine

In Scozia la creazione di nuove turbine ha sollevato un polverone tra gli ambientalisti. La maggior parte si dice contraria ad un paesaggio invaso da parchi eolici di proporzioni gigantesche. Tuttavia, con la realizzazione di questo nuovo impianto la Scozia, nel 2045, potrebbe raggiungere gli ambiziosi obiettivi net zero. 

Parchi eolici di proporzioni mastodontiche 

Grandi turbine alte quattro volte quelle originali, con un’altezza che va da 220 a 260 metri. L’ultimo progetto di parco eolico in Scozia ha proporzioni mastodontiche, ma la posizione degli ambientalisti è chiara: i paesaggi naturali incontaminati non devono essere toccati. Il parco eolico scozzese dovrebbe essere ubicato nella contea di Argyll, una delle più suggestive del Paese dal punto di vista paesaggistico. La struttura supererà di quasi quattro quinti lo Shard di Londra di Renzo Piano, l’edificio più alto d’Europa, l’equivalente di 310 metri di altezza.

Grazie a questo progetto, la Scozia ha la possibilità di accelerare il processo di transizione verso l’energia pulita, arrivando al net zero già nel 2045.

La reazione degli ambientalisti

L’alterazione di grandi distese di terra ha messo in crisi gli attivisti ambientali, indignati all’idea di deturpare paesaggi di fama mondiale. Il Governo scozzese è favorevole alle turbine, e per evidenziarne l’utilità ha risposto alle contestazioni con esempi di progetti simili in tutto il mondo, nati per contrastare l’inquinamento ambientale. Tra questi il Dunside, il parco eolico più alto creato in Francia, con un’altezza di circa 260 metri. 

Test ambientali più severi

NatureScot, l’Agenzia nazionale per l’ambiente, per ridimensionare il parco eolico e dare il giusto spazio alle turbine, ha deciso di ridurre le dimensioni e il numero degli aerogeneratori. Al contempo il governo scozzese ha proposto test ambientali più severi per gli impianti autorizzati. 

Articoli correlati