Roma, 17/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La turbina mareomotrice più potente al mondo si trova in Scozia: 2 MW di potenza

11idroelettrico
Home > News > Idroelettrico > La turbina mareomotrice più potente al mondo si trova in Scozia: 2 MW di potenza

L’azienda Orbital Marine Power ha sviluppato la turbina mareomotrice attiva più potente al mondo, da 2 MW di potenza.

O2: turbina mareomotrice più potente al mondo, da 2 MW

La turbina mareomotrice più potente al mondo è quella lanciata dall’azienda Orbital Marine Power, con sede a Edimburgo, e dal nome ‘O2’.

Si tratta di un generatore da 2 MW che sarà rimorchiato alle Isole Orcadi per la messa in servizio, prima di essere collegato all’European Marine Energy Centre dove la start-up scozzese ha già installato un’unità, fornendo energia alla rete del Regno Unito da luglio 2021. 

La costruzione della turbina ha avuto inizio nel 2019, e rappresenta uno dei modi più efficienti per sfruttare la potenza dell’energia idroelettrica, che nell’ultimo anno ha risentito molto della siccità e del cambiamento climatico

Com’è costituita O2

Tutte le mareomotrici hanno un funzionamento molto simile a quello delle turbine eoliche, con la differenza che a muoverle non è il vento, bensì le correnti d’acqua e la marea. 

La piattaforma in questione è lunga 74 metri, è collegata alla rete elettrica locale tramite un cavo sottomarino ed è costituita da uno scafo galleggiante ancorato al fondale per mezzo di un sistema di ormeggio, e da due rotori che potrebbero produrre elettricità per i prossimi 15 anni. In che modo? 

Sono connessi al sistema tramite delle ‘braccia’ (o gambe) che possono esser sollevate in superficie, per velocizzarne e permetterne la manutenzione a tecnici e addetti, in caso di potenti flussi d’acqua. 

Andrew Scott, CEO di Orbital Marine Power, ha sottolineato questo progetto rappresenti l’innesco per lo sfruttamento delle risorse dei flussi di marea in tutto il mondo, allo scopo di giocare un ruolo cruciale nel cambiamento climatico e creare un nuovo settore industriale a basse emissioni di anidride carbonica.

 La prossima sfida dello sviluppatore e l’accordo con il Crown Estate Scotland

Con O2, Orbital si è appena aggiudicata un accordo con l’ente pubblico del governo scozzere Crown Estate Scotland, al fine di sfruttare sempre di più la potenza dell’energia mareomotrice nel Regno Unito. 

La prossima sfida dello sviluppatore sarà quella di commercializzare O2 e la relativa tecnologia che la contraddistingue, per ampliare il mercato della produzione di energia idroelettrica, accelerare la decarbonizzazione e creare nuovi posti di lavoro. 

L’importanza dell’energia idroelettrica degli oceani per raggiungere le zero emissioni

L’energia idroelettrica degli oceani potrebbe svolgere un ruolo importante nella transizione circolare, ma si tratta di una fonte alternativa ancora poco sviluppata.

Se si vogliono raggiungere gli obiettivi di zero emissioni entro il 2050, bisogna che la produzione raggiunga almeno i 27.0TWh entro il 2030, e dunque crescere a un ritmo superiore al 33% l’anno, da oggi fino alla fine del decennio.

Articoli correlati