Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Oltre 300.000 persone a Roma per la Giornata mondiale della Terra. Le video interviste

11
Home > News > Economia Circolare > Oltre 300.000 persone a Roma per la Giornata mondiale della Terra. Le video interviste

Anche quest’anno, in vista della Giornata mondiale della Terra, l’Italia è stata al centro di numerosi eventi e iniziative. Roma, dal 18 al 21 aprile ha ospitato un villaggio interamente dedicato alla protezione dell’ambiente, con una ‘maratona’ trasmessa oggi in diretta per porre al centro sostenibilità e transizione energetica.

L’idea

L’idea di celebrare la ‘Giornata della Terra’ nasce a San Francisco, durante una conferenza dell’Unesco del 1969 e grazie al lavoro dell’attivista John McConnell. Si tratta però di una ricorrenza dal 22 aprile 1970, quando 20 milioni di americani scesero in piazza per manifestare contro l’inquinamento.

All”Earth Day 2024, organizzato dal 18 al 22 aprile, oltre 600 eventi si sono succeduti a Villa Borghese, organizzati da istituzioni, organismi di ricerca, imprese e associazioni tra le quali, in primis, Earth Day Italia e il Movimento dei Focolari. Il programma ha dato spazio a giochi, laboratori didattici, incontri, presentazioni di libri, sport e performance musicali.

Il villaggio

Il villaggio poi, inaugurato dal Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, e dal Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha visto la partecipazione di artisti come Giovanni Caccamo, Leo Gassmann e Clementino, ma soprattutto ha posto al centro i bambini, con attività appositamente pensate per riscoprire il piacere della natura, della musica, dello sport e di stare all’aria aperta.

L’obiettivo? Promuovere l’adozione di pratiche di vita più sostenibili, a partire dai comportamenti quotidiani che includono anche l’agricoltura e l’alimentazione, nonché il settore energetico, al fine di sensibilizzare sia gli adulti che i più piccoli.

Secondo quanto comunicato dall’organizzazione, sono state circa 300.000 le presenze quest’anno, e parliamo dunque di una grande affluenza che, per il presidente Earth Day Italia Pierluigi Sassi, sono la prova di un segnale positivo ed entusiasmante.

La novità

Inoltre, la novità della 54esima edizione è il primo Festival dell’Innovability “Impatta Disrupt”, organizzato da Earth Day Italia, Next4 e Impatta4Equity. Al centro, i temi più caldi del momento, con dei premi selezionati per le migliori iniziative sulla sostenibilità e sulla transizione.

L’area del Galoppatoio è stata così il fulcro di 4 giorni interamente dedicati all’Agenda 2030, con i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’ONU. Le celebrazioni si concludono oggi con la maratona #OnePeopleOnePlanet, organizzata a Roma e in diretta fino alle 22.30 su RaiPlay e Vatican News.

Sui temi trattati, Energia Italia.news ha intervistato a Villa Borghese Elena Palazzo, Assessore della Regione Lazio Turismo, Ambiente, Sport, Transizione Energetica e Sostenibilità, e Claudia Zoani, Ricercatore presso la Divisione Biotecnologie e agroindustria di ENEA.

Protezione dell’ambiente, energia pulita, contrasto all’inquinamento

Tra gli appuntamenti previsti dal palinsesto, anche un collegamento da Torino, con tutti quei ragazzi che stanno lavorando agli Stati Generali dell’Ambiente per Giovani, flag event del G7 Ambiente sostenuto dalla Regione Piemonte. Questo, per consentire loro di avere un confronto con il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Gilberto Pichetto Fratin.

In tale occasione, Fratin ha ricordato che a fine mese guiderà il primo G7 italiano per trattare, insieme, argomenti importanti, e portare al vertice l’ambizione e il realismo del Paese. L’obiettivo poi, come ha voluto sottolineare, è rispondere concretamente alle istanze provenienti dalla società e in particolare dalle nuove generazioni.

«Tutti siamo cittadini del Pianeta e tutti ne siamo responsabili»

Il ministro poi, ha aggiunto: «Tutti siamo cittadini del Pianeta e tutti ne siamo responsabili», evidenziando quanto sia fondamentale vedere tanti giovani mobilitati sui temi ambientali, sulla difesa della biodiversità, sulla lotta ai cambiamenti climatici.

In tutta Italia comunque, sono state organizzate attività sempre focalizzate alla protezione dell’ambiente, all’energia pulita e al contrasto all’inquinamento, come Rimini e Venezia divenute protagoniste di giornate dedicate alla raccolta dei rifiuti.

Articoli correlati