Roma, 24/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Idrogeno, l’impianto svizzero nel cantone di Graubünden da 350 tonnellate all’anno

11solare
Home > News > Idrogeno > Idrogeno, l’impianto svizzero nel cantone di Graubünden da 350 tonnellate all’anno

La energy company svizzera Axpo e la utility connazionale Rhiienergie inaugurano il primo impianto di produzione di idrogeno verde nel cantone di Graubünden, il più grande di tutta la Confederazione Elvetica. Quali le caratteristiche?

L’idrogeno verde in Svizzera

L’idrogeno verde in Svizzera sta emergendo sempre di più come una tecnologia promettente e da sviluppare passo dopo passo. Il Paese infatti sta avviando progetti pilota per produrne sempre di più utilizzando soprattutto, come fonti alternative, l’eolico e il solare.

Anche in ambito trasporti le iniziative sono tante, e si sta esplorando l’uso di veicoli che utilizzato tale carburante in modo da ridurre le emissioni del settore.

Un nuovo record

Il mese scorso infatti, l’azienda elvetica Stadler ha messo alla prova le prestazioni e l’affidabilità del treno FLIRT H2, a base H2, tentando di stabilire un nuovo record di percorrenza che ha subito catturato l’attenzione del Guinness dei primati.

L’ambizione è investire sempre di più nella ricerca e in nuove infrastrutture, come quella che sta nascendo nei pressi della centrale idroelettrica Reichenau di Domat/Ems, di proprietà di Axpo e in collaborazione con la utility Rhiienergie.

Il nuovo polo

Il nuovo polo sarà dotato di un impianto di elettrolisi da 2,5 MW in grado di produrre circa 350 tonnellate all’anno di H2 green. Si tratta dunque di un quantitativo sufficiente per sostituire l’utilizzo di 1,5 milioni di litri di diesel all’anno, come sottolineato dalla energy company svizzera.

Il CEO del Gruppo, Christoph Brand, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione del sito produttivo, ha parlato di alcune criticità ancora da risolvere ma che porteranno alla fine a un risultato importante, completando un progetto fondamentale per il futuro mix energetico nazionale.

Le ambizioni dell’azienda

Le ambizioni dell’azienda in ambito rinnovabili sono davvero tante, e si aggiungono a tanti traguardi già ottenuti, come la costruzione del più grande parco fotovoltaico svizzero presso la diga del Muttsee, la più alta d’Europa.

Realizzare infatti il primo stabilimento solare alpino su larga scala del Paese non è stato facile ma significa tanto per la produzione energetica invernale, e tutto il lavoro si deve principalmente ad Axpo.

Risparmiare 1,5 milioni di litri di diesel all’anno

Con la nuova centrale nel cantone di Graubünden adesso, la più grande a base di idrogeno verde della Svizzera, si utilizzerà l’energia generata dalla centrale idroelettrica grigionese di Reichenau.

L’impianto poi, consentirà di risparmiare 1,5 milioni di litri di diesel all’anno, rappresentando uno dei progetti più importanti per la produzione del combustibile a zero emissioni.

Primo battello per passeggeri

Stando poi alla nota pubblicata da Axpo, il carburante sarà inoltre compresso direttamente in loco, in modo da poter essere facilmente consegnato in futuro alle stazioni di servizio e ai clienti industriali.

Adesso, tra i prossimi progetti da avviare, l’azienda sta pensando al primo battello per passeggeri, da realizzare insieme alla compagnia di navigazione Lake Lucerne, e ad altre iniziative che includeranno altri Paesi quali Italia e Francia.

Articoli correlati