Roma, 18/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Luce e gas: un Portale Antitruffa a supporto di titolari e consumatori

11
Home > News > Gas > Luce e gas: un Portale Antitruffa a supporto di titolari e consumatori

Il Portale Antitruffa è un’idea di A.R.T.E., l’Associazione Reseller e Trader Energia, che in Italia impiega 16.000 addetti rifornendo di luce e gas ben 1,6 milioni di contatori nel Paese. Quali gli obiettivi e le ragioni che stanno dietro al progetto?

Il Portale Antitruffa

Il Portale Antitruffa dedicato, in particolare, alla fornitura di luce e gas, è un’iniziativa pilota portata avanti da A.R.T.E., l’Associazione Reseller e Trader Energia presente in Italia con 16.000 addetti.

Il progetto, nasce anche dalla collaborazione con uBroker SpA e altri 150 operatori nazionali del settore. L’obiettivo? Fornire supporto, consigli e misure per segnalare comportamenti dannosi per l’utenza.

Come spiegato da Cristiano Bilucaglia, presidente di uBroker Spa e Smart Energy, l’intento è anche quello di diffondere una chiara e crescente consapevolezza degli strumenti a disposizione per i titolari di forniture energetiche, oltre che per i consumatori.

La situazione in Italia

Su tale fronte, purtroppo non è bella la situazione in Italia, soggetta troppo spesso a truffe di ogni tipo. Il nuovo portale nasce infatti proprio per contrastare tale fenomeno diffuso, segnalando così tutti quegli operatori scorretti pronti ad approfittarsi dei clienti.

Si è arrivati a livelli preoccupanti forse per il processo di liberalizzazione del mercato energetico e del gas, superato in parte a gennaio 2024 ma poi spostato a luglio per quel che concerne l’energia.

Un incremento delle truffe su tutto il territorio nazionale

Arrivando così alla fine del Servizio di Maggior Tutela, si sta vivendo di recente il passaggio obbligatorio al mercato libero degli utenti, che possono così scegliere il proprio fornitore tra una molteplicità di operatori in concorrenza tra loro.

Con la liberalizzazione vi erano dei vantaggi, come una maggiore convenienza sulle tariffe. Allo stesso tempo però, vi era anche un incremento delle truffe su tutto il territorio nazionale, in seguito alle attività poco oneste di alcuni venditori telefonici e porta a porta.

Le condotte poco trasparenti vanno segnalate

Tali condotte poco trasparenti vanno segnalate per far in modo che comportamenti del genere non si verifichino più. Su questo aspetto, si spera che il nuovo Portale Antitruffa possa fare la differenza e dare un contributo significativo.

Se l’episodio ormai si è consumato, è importante inoltre denunciare l’accaduto tempestivamente all’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), spiegando le dinamiche che possono riguardare una vendita ‘ingannevole’ su risparmi inesistenti; la falsificazione di alcune bollette; la fornitura di servizi non richiesti; tariffe nascoste o frode all’identità.

Articoli correlati