Roma, 20/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Biogas e biomasse solide, il modulo online pubblicato dal GSE sui prezzi minimi garantiti

11
Home > News > Biomasse > Biogas e biomasse solide, il modulo online pubblicato dal GSE sui prezzi minimi garantiti

Dal GSE arriva il modulo online per la presentazione dell’Istanza preliminare sui prezzi minimi garantiti da impianti a biogas e biomasse solide (BIO-PMG). La concessione però vale solo per i contratti in scadenza o chiusi tra il 28 luglio 2023 e il 30 giugno 2024. 

Compilare il modulo online

Il 9 aprile 2024 ARERA ha emanato la delibera sui prezzi minimi garantiti per la produzione da impianti alimentati a biogas e biomasse solide (BIO-PMG). I produttori, potranno poi chiedere al GSE che la decorrenza della convenzione abbia effetti antecedenti alla data della richiesta di accesso, ma comunque non prima del 28 luglio dello scorso anno ed entro il 30 giugno 2024.

Sul sito del Gestore dei Servizi Energetici c’è adesso la possibilità di compilare il modulo online per la presentazione dell’Istanza preliminare, con tutte le richieste che dovranno essere valutate sulla base di determinati criteri. Il primo tra tutti, la consapevolezza di beneficiare di tale meccanismo solo a patto che l’impianto rispetti tutti i requisiti stabiliti da ARERA.

Prezzi minimi garantiti

Per fare ciò, si potrà utilizzare il portale BIO-PMG, accedendo all’apposita sezione ‘Richiedi Supporto’. L’accesso al meccanismo però, sarà comunque alternativo all’erogazione degli incentivi.

Ma quando parliamo nello specifico di prezzi minimi garantiti a cosa ci riferiamo? Questi includono i ricavi a copertura dei costi di funzionamento degli impianti, al fine di assicurare la prosecuzione dell’esercizio e l’efficienza del sito stesso, e i valori di costo delle materie prime.

La situazione in Italia

Per quanto riguarda quella che è in generale la situazione in Italia, Il governo sta investendo sempre di più sulla diversificazione delle fonti di approvvigionamento energetico, con 132 progetti ammessi a finanziamento sul biometano.

L’intento poi è quello di agevolare i produttori e semplificare l’accesso ai bandi riguardanti lo sviluppo di stabilimenti così alimentati, tentando di decarbonizzare i trasporti e le industrie ritenute più hard to abate.

La delibera sui prezzi minimi garantiti, con un provvedimento già approvato in precedenza dal Parlamento con il Decreto Legge Rigassificatori, è di certo stato un importante passo in avanti. Ma che esiti emergeranno adesso dalle richieste rese disponibili online sul sito GSE?

Articoli correlati