Roma, 24/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Efficientamento energetico degli edifici: finestre a basso consumo tra le soluzioni green da adottare

11
Home > News > Elettrificazione > Efficientamento energetico degli edifici: finestre a basso consumo tra le soluzioni green da adottare

L’efficientamento energetico delle abitazioni è adesso una priorità assoluta per ridurre i costi e puntare ad abbassare anche le emissioni causate dagli elettrodomestici tradizionali. Le finestre a risparmio energetico sono una di quelle soluzioni da adottare per raggiungere tale obiettivo.

Adottare soluzioni più green

Adottare soluzioni più green per rendere le nostre case meno inquinanti è un tema centrale da porre in primo piano per il raggiungimento degli obiettivi di transizione e neutralità climatica.

Quando si parla di inquinamento infatti, si pensa subito magari alle industrie o alle automobili a diesel o benzina, ma la verità è che anche gli edifici contribuiscono moltissimo alle emissioni di gas serra, e ne sono causa almeno per il 40% in Europa.

Quali sono le attività più impattanti? Riscaldare, refrigerare e produrre acqua calda. Tre semplici azioni quotidiane che, messe in atto nel modo sbagliato, si trasformano in pratiche dannose per l’uomo e l’ambiente. Come cambiare le proprie abitudini? A cosa optare?

Finestre più efficienti dal punto di vista energetico

Pensare di avere delle finestre più efficienti dal punto di vista energetico potrebbe di certo essere una soluzione, in primis per diminuire le perdite di calore, il consumo di energia e i costi. Sono però tante le opzioni a disposizione, quindi tutto sta nel saper scegliere quella più funzionale e conveniente.

Bisognerebbe puntare a finestre realizzate con un vetro a bassa emissività (low-E), che riflette il calore e consente alla luce naturale di passare, ma ne evita anche la fuoriuscita.

Ci sono poi i cosiddetti ‘vetri intelligenti’, più o meno opachi a seconda degli stimoli elettrici ricevuti e in grado di reagire reagire ai cambiamenti ambientali circostanti, garantendo così i massimi livelli di comfort.

Un notevole risparmio

Quest’ultima tecnologia consente un controllo dinamico sul guadagno di calore solare e sull’abbagliamento, e tutto questo porta alla fine a un notevole risparmio energetico.

Ma per avere alla fine una finestra più efficiente quello che conta non è solo il vetro ma anche il materiale del telaio. Di norma, quelli in vinile, fibra di vetro e alluminio, offrono un isolamento migliore rispetto ai classici prototipi in metallo.

Le finestre con tripli vetri

Sono dunque più di uno gli elementi che possono rendere alla fine un prodotto più sostenibile di un altro. Tra le opzioni da tenere in considerazione però, non bisogna dimenticare le finestre con tripli vetri. Come suggerisce la parola stessa, si tratta della combinazione di 3 vetri e 2 camere d’aria, per assicurare una maggiore protezione solare e un aumento dell’isolamento termico fino al 35% in più.

Unico problema da risolvere in questo caso risiede nei costi, considerando che parliamo di tecnologie che sono in media dal 15 al 20% più dispendiose di quelle tradizionali. Anche su questo però verranno fatti dei passi in avanti, puntando comunque allo stesso obiettivo finale: ridurre le bollette, aumentare il valore degli immobili, abbassare l’impronta di C02.

Monitorare continuamente le prestazioni

Serve dunque implementare di continuo soluzioni più efficienti adottando non solo finestre a basso consumo, ma anche integrando impianti rinnovabili. Necessario poi anche monitorare continuamente le prestazioni energetiche dell’edificio, utilizzando soluzioni di gestione dell’energia e analisi dei dati.

Articoli correlati