Roma, 24/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Efficientamento energetico: 100 milioni di euro dalla Sicilia per le strutture pubbliche

11
Home > News > Elettrificazione > Efficientamento energetico: 100 milioni di euro dalla Sicilia per le strutture pubbliche

Resterà aperta ancora per pochi giorni la manifestazione di interesse della Regione siciliana, rivolta a tutti quegli enti pubblici che intendono riqualificare dal punto di vista energetico le proprie strutture. L’obiettivo è portare avanti le politiche di consolidamento della rete energetica con nuove risorse.

100 milioni di euro

Per tutti gli enti che vogliono apportare un efficientamento energetico ai propri edifici, la Regione siciliana ha messo a disposizione ben 100 milioni di euro, pubblicando un avviso pubblico per valutare la manifestazione di interesse nel rendere più green e riqualificare le strutture pubbliche.

C’è ancora la possibilità fino al 18 marzo di partecipare all’iniziativa, rivolta in particolare a Comuni, anche nelle loro forme associative, a liberi consorzi, alle città metropolitane di Palermo, Catania e Messina, e anche a università, aziende ospedaliere, sanitarie e consortili.

Le opere coinvolte

Ma quali sono le opere coinvolte nel progetto? Sono ammissibili al contributo gli interventi per gli impianti pubblici finalizzati alla riduzione dei consumi energetici, oltre che alla promozione di fonti alternative per l’autoconsumo.

Per l’isola di tratta di un altro strumento pensato per rafforzare la crescita della rete energetica, con azioni tese anche a garantire il raggiungimento di migliori condizioni di efficientamento. Tutto questo infatti, rientra nell’obiettivo perseguito dalla Giunta regionale ormai da anni.

I fondi saranno comunque disponibili all’esito del positivo completamento dell’iter di definizione dell’Accordo per la Coesione, con le proposte di partecipazione che dovranno essere inviate solo in modalità on-line, dalla casella di posta elettronica certificata.

Progetti da avviare il prima possibile

Tale avviso è da considerare per l’Amministrazione regionale come una prima attività ricognitiva sui progetti da avviare il prima possibile, anche in base a quelli che sono immediatamente cantierabili e al fine di arrivare a una graduale riduzione delle emissioni sotto ogni punto di vista.

La misure infatti riguardano le imprese, con oltre 80 iniziative che hanno già ricevuto il via libera, e tante altre che attendono ancora di ottenere le necessarie autorizzazioni per procedere.

Le potenzialità dell’isola

Le potenzialità dell’isola sono davvero tante, soprattutto per quel che concerne eolico e fotovoltaico. Di recente la Regione ha anche siglato un accordo con Rse per arrivare a un modello energetico a basso costo per cittadini e aziende, volto anche in questo caso a una gestione più efficiente dell’energia e dunque anche dei consumi.

Articoli correlati