Roma, 18/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Rinnovabili e smart grid, Avviso pubblico da 3,6 miliardi di euro. La metà al Sud

11reti gestore elettrico nazionale
Home > News > Solare > Rinnovabili e smart grid, Avviso pubblico da 3,6 miliardi di euro. La metà al Sud

Le proposte per incrementare la capacità di rete da fonti rinnovabili

Via libera del Mite) all’Avviso pubblico per interventi finalizzati a incrementare la capacità di rete di ospitare ulteriore generazione da fonti rinnovabili, e ad aumentare la potenza a disposizione delle utenze, per favorire l’elettrificazione dei consumi”. 

Ad oltre due mesi dalla firma del Decreto per il rafforzamento delle “smart grid” e delle reti elettriche intelligenti, da parte del ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, si attivano le linee di intervento finalizzate all’incremento della hosting capacity e al potenziamento dell’elettrificazione dei consumi.

Le risorse del PNRR

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) – Missione 2 “Rivoluzione verde e Transizione Ecologica Componente 2 “Energie Rinnovabili, idrogeno, rete e mobilità sostenibile” Ambito di Intervento/misura 2 “Potenziare e digitalizzare le infrastrutture di rete” – Investimento 2.1 “Rafforzamento Smart Grid” (M2C2.2.1) – ha previsto uno stanziamento complessivodi 3.610.000.000 di euro.

Il 45% circa della dotazione, 1.624.500.000 di euro, è riservata ad interventi da realizzarsi nelle regioni del mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Circa 1 miliardo di euro è destinato a sostenere la realizzazione di interventi finalizzati a incrementare la hosting capacity, mentre il restante importo pari 2,6 miliardi di euro è destinato a sostenere la realizzazione di interventi finalizzati a aumentare la potenza a disposizione degli abitanti per favorire l’elettrificazione dei consumi energetici.

Gli obiettivi dell’Avviso

In termini di obiettivi generali, è previsto un target intermedio al 31 dicembre 2024, data entro la quale la capacità di distribuzione per l’energia rinnovabile deve esser aumentata di almeno 1.000 megawatt, mentre tutti i restanti interventi ammessi al finanziamento dovranno essere completati entro il 30 giugno 2026, con un incremento della capacità complessiva ad almeno 4.000 MW, e l’elettrificazione dei consumi energetici dovrà avere raggiunto almeno 1,5 milioni di abitanti.

Oltre alla sicurezza energetica, c’è anche la sicurezza informatica tra le prime priorità stabilite dal ministro Cingolani, che in occasione della firma del decreto ha dichiarato: “vi posso dire che abbiamo minacce esterne rilevate sulla rete informatica del ministero e per prudenza abbiamo dovuto sospendere il funzionamento di tutti i sistemi informatici del ministero”.

Resilienza della rete elettrica

Un ulteriore Avviso pubblico appena approvato è relativo agli “Interventi per aumentare la resilienza della rete elettrica”, con una dotazione complessiva di 150 milioni di euro, di cui almeno 60 milioni di euro di interventi riservati al Sud. 

L’iniziativa, finalizzata ad acquisire manifestazione di interesse, con proposte progettuali finalizzate ad aumentare la resilienza della rete di trasmissione di energia elettrica in alta e altissima tensione, è rivolta al Concessionario per le attività di trasmissione e dispacciamento dell’energia elettrica nel territorio nazionale, ivi compresa la gestione unificata della rete di trasmissione nazionale (TSO).

Come partecipare

Potranno partecipare ad entrambi gli Avvisi i concessionari della distribuzione di energia elettrica dell’intero territorio nazionale, per proposte di intervento finalizzate ad incrementare la capacità di rete di ospitare ulteriore generazione da fonti rinnovabili, ad aumentare la potenza a disposizione delle utenze, per favorire l’elettrificazione dei consumi, ad aumentare la resilienza dell’infrastruttura.

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del giorno successivo alla data di pubblicazione nella G.U.R.I. dell’Avviso pubblico e fino alle ore 10:00 del 3 ottobre 2022, e devono essere inviate esclusivamente, pena  l’irricevibilità, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata smartgrid@pec.mite.gov.it

Stessa cosa per l’Avviso pubblico relativo agli “Interventi per aumentare la resilienza della rete elettrica”, le date da rispettare sono identiche e l’indirizzo Pec a cui inviare la domanda di partecipazione è il seguente: resilienza@pec.mite.gov.it.

Articoli correlati