Roma, 09/12/2023 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

L’azienda cinese Trina Solar apre in Texas una fabbrica di pannelli solari

11
Home > News > Solare > L’azienda cinese Trina Solar apre in Texas una fabbrica di pannelli solari

Il gigante cinese Trina Solar vuole costruire una fabbrica di pannelli solari da 5 GW in Texas. 

Investire negli USA

La Cina è pronta a investire negli USA aprendo fabbriche di pannelli solari. Ad avere quest’idea la Trina Solar, leader mondiale nella produzione di impianti fotovoltaici, che entro il prossimo anno ne vuole aprire una a Wilmer, a sud-est di Dallas, da 5 GW.

Lo stabilimento produrrà i cosiddetti moduli Vertex, ovvero particolari pannelli dalle prestazioni elevate. Queste tecnologie infatti, garantiscono una potenza in uscita di oltre 600 W e un’efficienza di conversione che può arrivare al 21,4%, rappresentando così l’innovazione più avanzata nel settore.

Trina Solar, fornitore di fiducia per i clienti statunitensi

Già l’anno scorso, l’azienda cinese ha cercato di realizzare un progetto simile collaborando con le organizzazioni no-profit Foundation Communities e Spear Commercial & Industrial, con l’obiettivo di costruire alloggi a basso reddito e che sfruttassero energia rinnovabile ad Austin, sempre in Texas.

In questi anni dunque, Trina Solar è sempre stata un fornitore di fiducia per i clienti statunitensi, tra le quali grandi aziende di servizi pubblici e tantissime piccole imprese. 

Ma non è finita qui, perché altro obiettivo del gigante è quello di produrre inseguitori di pannelli solari, ovvero dei dispositivi creati per orientare i raggi del Sole nella direzione desiderata, nella sua prima fabbrica in Brasile, entro la fine del 2023. 

Il costo della nuova struttura

Il costo della nuova struttura dovrebbe aggirarsi attorno ai 200 milioni di dollari, e altro beneficio dell’impianto è che metterà a disposizione fino a 1500 posti di lavoro altamente qualificati a livello locale.

Trina Solar ha anche dichiarato che il polisilicio, una forma particolare di silicio che viene utilizzata come materia prima nell’industria solare ed elettronica, arriverà proprio dall’America ma anche dall’Europa.

Articoli correlati