Roma, 14/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Motori a combustione interna a idrogeno: la joint-venture tra Westport Fuel Systems e Volvo Group

11
Home > News > Idrogeno > Motori a combustione interna a idrogeno: la joint-venture tra Westport Fuel Systems e Volvo Group

Il gruppo Volvo firma un accordo con la società Westport Fuel Systems. L’obiettivo? Creare una joint-venture che utilizzi per i camion la tecnologia HPDI (Iniezione Diretta ad Alta Pressione). Diversi i vantaggi previsti: maggiore efficienza energetica e potenza del motore. Ma livello di sostenibilità?

La joint-venture

Non è nuova la notizia di una joint-venture tra il gruppo Volvo e l’azienda canadese Westport Fuel Systems, specializzata nella produzione e commercializzazione di nuovi sistemi per le auto basati sull’uso di carburanti alternativi.

Già negli ultimi mesi del 2023 infatti, la tecnologia di iniezione diretta ad alta pressione di idrogeno chiamata HPDI, e sperimentata dalla società con sede originale a Vancouver, ha attirato l’interesse di importanti realtà, con l’ambizione di arrivare a risultati mai visti prima d’ora.

Nel presentare il progetto, Volvo Group ha parlato di autocarri con motori a combustione alimentati ad H2, con test per i clienti che inizieranno a partire dal 2026, e camion che arriveranno sul mercato prima del 2030.

I vantaggi

Bisogna ricordare quelli che sono i vantaggi di tale sistema di gestione del fuel, da installare su veicoli di fabbrica che vedranno i tradizionali combustibili fossili sostituiti con altri a minore impatto ambientale, come biometano o idrogeno.

Si vuole dunque puntare a una vera transizione energetica, ma non possiamo ancora parlare al 100% di sostenibilità, nonostante sia questa la direzione da intraprendere. L’HPDI è già installato su diversi camion Volvo da almeno 5 anni, come sottolineato da Lars Stenqvist, Chief Technology Officer del gruppo.

Lui stesso ricorda le dimostrazioni già avute in tema di riduzione delle emissioni di CO2, proprio grazie all’Iniezione Diretta ad Alta Pressione di una piccola quantità di carburante, per avere poi maggiore efficienza energetica e potenza del motore.

Le aspettative

In attesa del nuovo brand le aspettative sono tante. Westport Fuel Systems ha pubblicato di recente un post su LinkedIn proprio per esprimere l’entusiasmo sulla questione, che si spera possa aprire nuove strade verso la decarbonizzazione.

Come annunciato in precedenza poi, l’azienda conferirà alcuni asset HPDI e Volvo Group acquisirà una partecipazione del 45% nell’impresa comune, per un importo di circa 28 milioni di dollari. Questi, saranno pagabili al momento della chiusura, con un massimo poi di altri 45 milioni come earn out a seconda dei risultati.

Foto ufficiali Westport Fuel Systems

Integrare l’H2

Il focus sarà dunque integrare l’H2 nei motori a combustione interna per ottenere un’ulteriore rivoluzione nell’ambito trasporti.

Anche Anders Johansson, Vicepresidente e OEM per veicoli pesanti della società canadese e punto di riferimento della joint-venture, ha parlato 5 giorni fa del lancio della nuova società, che metterà in mostra i primi camion HPDI a idrogeno.

Articoli correlati