Roma, 14/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La batteria a idrogeno solido norvegese per stoccare fino a 10.000 kWh di energia verde

11
Home > News > Idrogeno > La batteria a idrogeno solido norvegese per stoccare fino a 10.000 kWh di energia verde

Photoncycle è la batteria innovativa di una startup norvegese per accumulare fino a 10.000 kWh di energia pulita sfruttando l’idrogeno solido. Ma come funziona? E di che tipo di carburante stiamo parlando?

Photoncycle

Photoncycle è un prototipo di batteria, a forma di cilindro, in grado di intrappolare l’energia solare per produrre idrogeno da immagazzinare in una seconda fase.

L’idea alla base è piuttosto semplice, e parte dalla necessità di stoccare tutta quell’elettricità prodotta dai pannelli fotovoltaici durante le stagioni più calde. In questi casi infatti, si ha a disposizione più energia di quella che servirebbe, e dunque perché sprecarla?

Può infatti benissimo essere utilizzata per produrre H2 tramite elettrolisi dell’acqua, per poi catturarlo all’interno della batteria, in forma solida, e sfruttarlo nei momenti di bisogno.

Il vero vantaggio

Il vero vantaggio di Photoncycle, rispetto ad altri dispositivi, risiede nell’elevata densità energetica. Mentre infatti una pila al litio riesce ad accumulare circa 0,3 kWh per ogni chilogrammo, per mezzo dell’idrogeno solido è possibile arrivare a ben 3,5 kWh/kg.

Ciò significa che, in un sistema di circa 3 metri cubi, si possono stoccare fino a 10.000 kWh di energia green. Parliamo dunque di una batteria che ha tutto il potenziale per portare delle novità nel mondo dello stoccaggio energetico rinnovabile.

Le ambizioni

Il team che ha prodotto Photoncycle però, ha adesso ambizioni ancora più grandi: testarne un prototipo in scala reale per lanciarlo sul mercato entro il 2025. Al momento la tecnologia è ancora in fase di brevetto, ma ci sono già buone premesse per una sua futura crescita.

Il merito non è solo dell’elevata densità energetica messa a disposizione da questo genere di pile. Già di per sé infatti, le batterie a idrogeno solido possono essere ricaricate più velocemente rispetto a quelle tradizionali, e questo può essere particolarmente vantaggioso per i veicoli elettrici.

Sicurezza, stabilità ciclica e versatilità

Altre caratteristiche di certo garantite, sono anche la sicurezza, considerando che parliamo di tecnologie meno suscettibili al surriscaldamento; la stabilità ciclica e la versatilità. Si tratta infatti di dispositivi da poter utilizzare in una varietà di applicazioni, che siano EV o impianti di energia rinnovabile.

Articoli correlati