Roma, 15/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Come contribuisce l’IA alla transizione energetica? Lo studio.

11Intelligenza Artificiale
Home > News > Elettrificazione > Come contribuisce l’IA alla transizione energetica? Lo studio.

Quali sono i trend principali in campo energetico che vedono software ed intelligenza artificiale protagonisti? DXC Technology (NYSE: DXC), una delle principali società di servizi IT globali, ne ha individuati alcuni, tra cui redditività delle fonti rinnovabili, produzione di veicoli elettrici e risparmio energetico.

Il ruolo fondamentale dei software nella transizione energetica

In che modo i software cambieranno il mondo dell’energia? La tecnologia ha sicuramente un ruolo di primo piano in quasi tutti gli aspetti della transizione energetica, dall’efficienza al risparmio sui costi, sino al monitoraggio e alla modellazione dei progressi.

DXC Technology (NYSE: DXC), una delle principali società di servizi IT globali Fortune 500, ha individuato cinque trend che vedono il software nel ruolo di strumento fondamentale per creare un futuro più sostenibile nei prossimi cinque anni. Tra questi la redditività delle fonti rinnovabili, la produzione di veicoli elettrici e il risparmio energetico.

Intelligenza artificiale ed energie rinnovabili

Entro il 2026 la capacità globale di energia elettrica rinnovabile aumenterà di oltre l’80% rispetto ai livelli del 2020. Si stima che solo l’Europa aggiungerà alla rete circa 36 milioni di impianti di classe rinnovabile, come pannelli solari, veicoli elettrici (EV) e accumulatori di energia, nel 2025, e 89 milioni entro il 2030. L’automazione e l’analisi dei dati possono aiutare a gestire le fonti energetiche decentralizzate, a indirizzare l’elettricità in eccesso e a segnalare potenziali punti deboli della rete prima che diventino problemi significativi, e ad aiutare le utility a reindirizzare l’energia dove è necessaria in tempo reale.

Il passaggio ai veicoli elettrici software-defined

L’industria automobilistica è responsabile di quasi un quarto delle emissioni globali di gas serra ed è una delle principali cause di inquinamento atmosferico nelle città. Per affrontare questo problema, le autorità di regolamentazione statunitensi ed europee stanno rivedendo le politiche e attuando leggi per limitare la vendita di nuove auto a benzina e diesel. Di conseguenza, diciotto delle maggiori case automobilistiche del mondo sono passate o si sono impegnate a passare, completamente o in modo significativo, alla produzione di veicoli elettrici nei prossimi anni. I veicoli elettrici saranno veicoli software-defined (SDV) con capacità automatizzate per gestire l’auto in modo più efficiente, con particolare attenzione alle sensibilità ambientali. Gli SDV sono dotati di percorsi intelligenti e di ottimizzazione dell’energia che possono attenuare i problemi legati alla capacità di ricarica e all’autonomia.

I sistemi finanziari per consumare meno energia

La transizione verso operazioni più sostenibili dal punto di vista ambientale è una priorità assoluta per le banche e le organizzazioni di servizi finanziari. Sono fondamentali software più sostenibili, algoritmi più efficienti e una migliore elaborazione dei dati. Il mercato globale della finanza verde è cresciuto da 5,2 miliardi di dollari nel 2012 a oltre 540 miliardi di dollari nel 2021.

Oltre a portafogli sempre più attenti all’ambiente, il settore dei servizi finanziari sta riducendo in modo significativo il proprio consumo energetico grazie all’efficientamento dei datacenter. Gli aggiornamenti includono la deduplicazione e la compressione dei dati, che possono migliorare la disposizione dei dati e l’efficienza dell’archiviazione, riducendo al contempo il consumo energetico. Oltre al settore finanziario tradizionale, i nuovi approcci stanno contribuendo ad aumentare la sostenibilità del processo di estrazione delle criptovalute.

Articoli correlati