Roma, 17/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

UE: nuovo bando da 64 Milioni per efficientare i sistemi energetici con l’intelligenza artificiale

11intelligenza artificiale
Home > Policy > Policy Europa > UE: nuovo bando da 64 Milioni per efficientare i sistemi energetici con l’intelligenza artificiale

Assicurare un approvvigionamento energetico sostenibile, sicuro e competitivo mediante l’applicazione dell’intelligenza artificiale. È l’obiettivo primario del nuovo bando (prossimo all’apertura) della Commissione Europea, rientrante nel programma Horizon. 

64 milioni di euro per un sistema energetico più efficiente

Sviluppare un sistema energetico più efficiente per affrontare le sfide imposte dalla domanda crescente di elettricità (in particolare nel settore della mobilità elettrica), adottando soluzioni innovative, in grado di sfruttare l’intelligenza artificiale. Il nuovo bando della Commissione Europea, rientrante nel programma Horizon Europe, ufficialmente aperto dal 4 maggio, prevede un budget di circa 64 milioni di euro per definire nuovi strumenti, basati sull’intelligenza artificiale, allo scopo di migliorare l’efficienza energetica ed ampliare le reti in combinazione con le energie rinnovabili.

Gli obiettivi del bando 

In linea con il perimetro del cluster 5 del programma Horizon 2021-2027, il bando include attività nei settori delle energie rinnovabili, del sistema energetico, delle reti e dello stoccaggio. Tra queste vanno annoverate la possibilità di valutare l’impatto dell’installazione di batterie, di introdurre strumenti digitali per implementare ovunque (e nel modo più efficace) la connessione alla rete, di limitare la vulnerabilità dei moderni sistemi di ricarica e per pianificare in modo sempre più intelligente (e lungimirante) le infrastrutture per la mobilità elettrica. Rifacendosi a tali obiettivi, Università, Centri di Ricerca pubblici e privati, Associazioni, Pubbliche amministrazioni, Industrie, potranno presentare progetti volti ad accelerare la transizione verso un’Europa digitale e climaticamente neutrale.

Il Cluster 5 del programma Horizon

Al Cluster 5 fanno riferimento 11 Partenariati Europei che, tra gli altri, hanno lo scopo di rendere l’industria europea dei trasporti, dell’energia e dei servizi climatici più resiliente e competitiva. 

Le aree tematiche del Partenariati sono relative a:

  • Clima (Driving Urban Transitions to a sustainable future), 
  • Energia (Clean Hydrogen, Built4People, Batteries, Clean Energy Transition) 
  • Mobilità (Transforming Europe’s rail system, ATM, Clean Aviation, 2ZERO, CCAM e Zero-emission waterborne transport). 

I risultati attesi

Esiste un rischio crescente che si verifichi uno scenario in cui i veicoli elettrici e/o le stazioni di ricarica possano essere violati contemporaneamente, con conseguenze disastrose. Tra queste l’interruzione delle operazioni di rete, blackout e compromissione generale della stabilità di frequenza. Le soluzioni sviluppate dovrebbero, dunque, riuscire a colmare il divario tra gli operatori delle infrastrutture di ricarica, i veicoli elettrici e la rete (DSO, TSO), nonché identificare i punti deboli esistenti e i rischi per la diffusione degli attacchi.

Articoli correlati