Roma, 20/02/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Accordo tra Erg e Google: portare le due Cloud Region italiane a zero emissioni

11
Home > News > Elettrificazione > Accordo tra Erg e Google: portare le due Cloud Region italiane a zero emissioni

Il produttore italiano Erg sottoscrive un Power Purchase Agreement (PPA) della durata di vent’anni con Google. L’obiettivo? Rendere le Cloud Region italiane del gigante di Mountain View carbon free, al pari delle altre sparse nel mondo.

L’accordo

L’accordo siglato tra ERG e Google prevede la fornitura di energia pulita prodotta dal parco eolico di Roccapalumba, in provincia di Palermo, che si prevede terminerà la fase di costruzione nelle prossime settimane. Successivamente, si dovrà infatti procedere con il commissioning e l’entrata in esercizio commerciale del sito, prevista entro la fine del primo trimestre 2024.

Questo nuovo impianto, interamente sviluppato e costruito dal produttore energetico italiano, sarà costituito da 13 turbine Vestas da 3,6 MW, per una potenza installata complessiva di 47 MW, e una produzione annua stimata a regime di circa 100 GWh.

Soddisfare l’obiettivo di oltre il 90% di abbattimento di emissioni

L’elettricità generata dal parco di Roccapalumba dovrebbe contribuire a soddisfare l’obiettivo di oltre il 90% di abbattimento di emissioni già nel 2025 nelle Google Cloud Region di Milano e Torino. Ma sarà davvero così?

Bisogna ricordare che il Belpaese è il primo dell’area Emea (Europe, Middle East and Africa) a ospitare due sedi del colosso americano, che lo scorso anno aveva dichiarato di voler investire nella penisola 900 milioni di dollari in 5 anni per il digitale.

E lo stesso Fabio Fregi, Country Manager Italy di Google Cloud, aveva spiegato a Repubblica che la Nazione si trova in una situazione molto simile a quella degli anni Cinquanta, ovvero gli anni del miracolo italiano. Solo che a oggi, a favorire il boom sarà invece lo sviluppo di nuove tecnologie informatiche.

Cloud Region

Ma cosa è nello specifico una Cloud Region? Si tratta di un’area dotata dell’infrastruttura di rete abilitante per la trasformazione digitale e la crescita di un territorio, costituita da 3 zone cloud fisicamente separate e poste a debita distanza di sicurezza, allo scopo di garantire l’affidabilità del sistema.

Quelle di Torino e Milano sono solo 2 delle 35 sparse per il mondo, ritenute di fondamentale importanza per le aziende e la pubblica amministrazione. Entrambe sono state progettate pensando alla sostenibilità e allo scopo di soddisfare le crescenti esigenze tecnologiche delle imprese italiane, fornendo servizi a bassa latenza e ad alta disponibilità, e con elevati standard internazionali di sicurezza.

Il primo contratto a lungo termine per l’acquisto di energia pulita

Con il primo contratto a lungo termine per l’acquisto di energia pulita (Power Purchase Agreement – PPA) l’ambizione è rendere adesso tali Cloud Region ancora più sostenibili, puntando sempre di più alla necessità di operare sempre con energia a zero emissioni.

Google inoltre, ha anche spiegato che l’accordo porterà le due sedi italiane a essere considerate tra le più ‘green’ non solo d’Europa ma di tutto il mondo, al fianco di importanti strutture in Finlandia, Francoforte, Montreal e Toronto, che attualmente operano con il 90%, o quasi, di elettricità pulita. Si arriverà nel Belpaese a raggiungere tali traguardi?

Articoli correlati