Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Ciurli (ENEL): “Nei prossimi sei mesi svilupperemo 130 soluzioni di IA”

11contatori intelligenti
Home > Policy > Policy Italia > Ciurli (ENEL): “Nei prossimi sei mesi svilupperemo 130 soluzioni di IA”

Sul tema, ormai centrale per tutti i Paesi dell’Unione europea (e per le maggiori economie mondiali), si è svolto presso le Corsie Sistine di Santo Spirito in Sassia a Roma l’evento “L’intelligenza artificiale per Italia”, organizzato dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei ministri e da Agenzia per l’Italia Digitale, dove è intervenuto Stefano Ciurli, Head of Global service di Enel.

Governare l’IA

L’intelligenza artificiale (IA) sta cambiando il nostro mondo. Le sue applicazioni sono numerose e relative a diversi settori economici e industriali, tra cui certamente il grande comparto energetico. Ovviamente, come tutte le tecnologie chiave ha e avrà un impatto notevole sul modo in cui si fa impresa e in generale nelle nostre vite.

Ogni innovazione tecnologica comporta grandi opportunità e rischi anche seri, che certamente vanno studiati e governati. Proprio stamattina, il Parlamento europeo ha approvato l’AI Act, la legge sull’intelligenza artificiale (IA), che deve garantire sicurezza e rispetto dei diritti fondamentali e promuove la transizione digitale a 360°.

Regolamentare questo settore è fondamentale per proteggere i diritti fondamentali, la democrazia, lo Stato di diritto e la sostenibilità ambientale, soprattutto dalle soluzioni di IA più ad alto rischio, promuovendo nel contempo il cambiamento e assicurando all’Europa un ruolo guida nel settore.

Ciurli (Enel): “Soluzioni IA in ambito commerciale, di governance, compliance, cyber e del procurement

Sul tema, ormai centrale per tutti i Paesi dell’Unione europea (e per le maggiori economie mondiali), si è svolto presso le Corsie Sistine di Santo Spirito in Sassia a Roma l’evento “L’intelligenza artificiale per Italia”, organizzato dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei ministri e da Agenzia per l’Italia Digitale, dove è intervenuto Stefano Ciurli, Head of Global service di Enel.

In Enel, si legge in una nota diffusa da Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, “l’adozione dell’Intelligenza artificiale si sviluppa in un duplice contesto: supporto alla creazione di nuovi business da un lato e trasformazione di processi operativi dall’altro per incrementare efficacia ed efficienza in ogni ambito di applicazione. Siamo quindi anche una società di sviluppo software che vanta un team di oltre 90 professionisti dedicati al mondo AI – ha spiegato Ciurli – e nei prossimi sei mesi svilupperemo oltre 130 soluzioni in ambito commerciale, di governance, compliance, cyber e del procurement”.

Il Gruppo sta seguendo con attenzione gli sviluppi della regolamentazione europea, ha precisato Ciurli: “lavorando ad un modello di compliance aziendale interna, agile e flessibile, che coinvolga tutte le funzioni aziendali e che garantisca un’adeguata governance dell’IA con un approccio sostenibile e attento alla gestione del rischio”.

Giornalista

Articoli correlati