Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Bonus sociali e azzeramento oneri. Il piano Arera per l’attuazione della Legge di Bilancio

11caro energia
Home > Policy > Policy Italia > Bonus sociali e azzeramento oneri. Il piano Arera per l’attuazione della Legge di Bilancio

Secondo l’Arera, nel 2023 il caro energia, grazie al calo delle quotazioni all’ingrosso, subirà una riduzione del 19,5%. Tuttavia i valori assoluti di riferimento restano ancora molto alti. Confermato il potenziamento dei bonus sociali elettricità e gas fino al 31 Marzo 2023.

Riduzione del prezzo dell’elettricità

Per il primo trimestre 2023 il prezzo di riferimento dell’energia elettrica per famiglia dovrebbe ridursi del 19,5%. Tuttavia la marcata volatilità dei mercati energetici, dovuta alle tragiche vicende belliche che inevitabilmente condizionano l’intero contesto internazionale, preannuncia valori assoluti ancora molto alti. 

I dati forniti da ARERA nel riportare il piano di attuazione degli interventi contenuti in Manovra di Bilancio, evidenziano un calo delle quotazioni all’ingrosso dei prodotti energetici che dovrebbe riflettersi in maniera positiva in bolletta.

L’analisi riporta che il livello degli stoccaggi europei di gas si attesta a fine anno sopra l’80% della capacità disponibile e che i prezzi a termine indicano condizioni meno tese per l’equilibrio di domanda e offerta del gas nel primo trimestre del 2023. Per questo motivo anche le quotazioni a termine dell’energia elettrica si muovono al ribasso.  

Effetti in bolletta

In termini di effetti finali, la spesa per la famiglia-tipo nell’anno in corso (compreso tra il 1° aprile 2022 e il 31 marzo 2023) sarà di circa 1.374 euro, un incremento in ogni caso altissimo (+67%) se si considerano i valori dello stesso periodo nell’anno precedente (1° aprile 2021- 31 marzo 2022).

Potenziamento dei bonus sociali

Sempre sulla base delle indicazioni presenti in Legge di Bilancio, l’Autorità di Regolazione conferma il potenziamento dei bonus sociali elettricità e gas anche per il primo trimestre del nuovo anno. Inoltre, allo scopo di tutelare le famiglie e compensare in modo significativo gli aumenti registrati, verrà ampliata la fascia dei beneficiari ammessi a questo strumento di protezione. 

Per il 2023 il livello ISEE necessario per usufruirne sale a 15.000 euro (dai precedenti 12.000, con una soglia sempre a 20.000 euro per le famiglie numerose). Tale misura avrà incidenza diversa sulle diverse fasce individuate da ARERA.  I bonus sono erogati direttamente in bolletta a tutte le famiglie aventi diritto, a condizione che abbiano un ISEE valido nel corso del 2023 ed entro la soglia indicata.

Fiscalizzazione degli oneri nucleari

L’ARERA interviene sulle componenti degli oneri generali di sistema, azzerandole per il settore elettrico a tutti i clienti domestici e ai non domestici con potenza disponibile fino a 16,5 kW, e per il gas alla generalità degli utenti. In questo contesto, la fiscalizzazione dei cosiddetti “oneri nucleari” a partire dal 2023 assume carattere definitivo. Questi ultimi saranno sostenuti direttamente dal Bilancio dello Stato e non più presenti in bolletta. È stata inoltre confermata l’applicazione della componente negativa UG2 a vantaggio dei consumi gas fino a 5.000 smc/anno. Interventi che si affiancano alla conferma della riduzione Iva sul gas al 5%.

Articoli correlati