Roma, 14/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

CO2, in Europa diminuiscono le emissioni di auto e furgoni

11furgoni elettrici
Home > Policy > Policy Europa > CO2, in Europa diminuiscono le emissioni di auto e furgoni

L’Agenzia Europea per l’Ambiente pubblica dati positivi. In aumento l’acquisto di veicoli elettrici non inquinanti. Raggiungibili gli obiettivi prefissati dall’Ue per il 2035 e per il 2050.

I dati dell’Agenzia Europea per l’Ambiente

Emissioni medie di CO2 inferiori dell’1,4% rispetto al 2022 (106,6 g CO2/km) per le auto e dell’1,6% (180,8 g CO2/km) per i furgoni immatricolati in Europa nel 2023.

I dati pubblicati dall’Agenzia Europea per l’Ambiente legano la riduzione delle emissioni a una riduzione di acquisto di auto a combustione e a un conseguente aumento dell’acquisto di veicoli totalmente elettrici o ibride plug-in.

Si tratta di dati provvisori, calcolati attraverso test di laboratorio e che tracciano un quadro sulla base di informazioni ricevute dai 27 Stati Membri dell’UE, Islanda e Norvegia.

Le immatricolazioni delle auto

In Europa nel 2023 sono state immatricolate 10,7 milioni di nuove auto, il 13,2% in più rispetto al 2022. Il 23,6% delle nuove immatricolazioni è stato fatto per auto completamente elettriche o per auto ibride plug-in. Di questo 23,6% la quota di auto completamente elettriche è stata del 15,5%.

I valori sono in aumento rispetto all’anno precedente. Nel 2022 l’acquisto di auto elettriche era stato del 23% in più rispetto al 2021 e l’acquisto di auto completamente elettriche era stato del 13,5% in più rispetto al 2021.

Virtuosa la Norvegia, che ha acquistato il 90,5% di auto elettriche. Seguono la Svezia con il 60,7% di auto elettriche acquistate, e l’Islanda con il 60,4%.

Le immatricolazioni dei furgoni

Nel 2023 in Europa le immatricolazioni dei furgoni sono state di 1,2 milioni, un quinto in più (il 20,2%) rispetto al 2022.

L’8% dei nuovi furgoni acquistati in Europa è stato elettrico. Anche questo valore è cresciuto rispetto al 6% di incremento del 2022 rispetto al 2021.

Più della metà dei furgoni elettrici sono stati immatricolati in soli tre paesi: Francia, Germania e (ancora una volta) Svezia.

Gli obiettivi Ue

In Europa il settore dei trasporti produce circa il 25% delle emissioni totali di gas serra. Di questo 25% il 75% circa è dovuto al trasporto su strada.
Gli obiettivi Ue sono: raggiungere le zero emissioni dal 2035 per le auto e i furgoni, e ridurre le emissioni di gas serra derivati dai trasporti del 90% entro il 2050 rispetto ai livelli del 1990.

L’Agenzia Europea per l’Ambiente sottolinea che i dati forniti sono provvisori e che saranno definitivi solo a fine anno, quando i produttori di veicoli li avranno rivisti.

Con i dati definitivi sarà possibile sapere anche se i singoli produttori di veicoli avranno raggiunto il loro obiettivo annuale di riduzione delle emissioni di CO2.

Articoli correlati