Roma, 20/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Batterie, entro fine 2024 i nuovi modelli cinesi dalla ricarica di 10-12 minuti

11
Home > News > Elettrificazione > Batterie, entro fine 2024 i nuovi modelli cinesi dalla ricarica di 10-12 minuti

BYD e CATL, tra i principali fornitori al mondo di batterie, lanceranno entro fine anno i loro modelli dalla ricarica più veloce: il pieno dei veicoli pronto in soli 10-12 minuti.

Ricarica veloce

Le aziende cinesi BYD e CATL stanno facendo grandi passi in avanti per quel che riguarda il settore delle batterie e, nello specifico, la ricarica veloce per i veicoli elettrici. Entro la fine dell’anno, entrambe le realtà dovrebbero presentare le loro nuove pile in fosfato di ferro e litio (LFP), pronte in appena 10-12 minuti.

Parliamo dunque di un’innovazione importante, che potrebbe rivoluzionare la percezione generale sulle EV, efficientare l’autonomia dei mezzi e ridurre i tempi di attesa. I prototipi ai quali le due compagnie stanno lavorando, sfrutteranno una tecnologia chiamata ‘tasso di carica 6C’. Di cosa si tratta?

Il C-rate

Bisogna prima sapere che cosa è il C-rate, ovvero un parametro scelto per indicare la velocità di carica e scarica di una batteria. Tale valore è dato dal rapporto tra la corrente (misurata in Ampere) e la capacità della medesima pila (misurata in Ampere Ora).

Se parliamo dunque di un tasso di carica 6C, ci riferiamo a un sistema in grado di assicurare una potenza di corrente fino a 6 volte la sua capacità. L’idea dunque, è avere sul mercato dispositivi più efficienti e autonomi per lo sviluppo della e-mobility.

Sfide da affrontare

Per ottenere però livelli così alti, ci sono ancora innumerevoli sfide da affrontare, come quella dell’adattamento delle infrastrutture esistenti per supportare questo genere di velocità. Attualmente, le batterie dal tasso 4C arrivano fino a un massimo di 480 kW.  Come superare tali standard?

Sarà necessario incrementare sia la tensione che la corrente compiendo investimenti significativi nel settore, ricercando anche le connessioni elettriche necessarie. Per avere infatti tempi di ricarica da 6C, non si può non ricorrere a tecnologie da oltre 600 kW.

Solo le pile LFP riescono a garantire prestazioni così notevoli

Si tratta di ambizioni fattibili? Per i colossi BYD e CATL tutto è possibile, considerando che quest’ultimo, proprio qualche mese fa, ha lanciato sul mercato la batteria Shenxing, con ricarica 5C e fino a 600 km di autonomia in soli 10 minuti.

In generale comunque, solo le pile LFP riescono a garantire prestazioni così notevoli, ed è per questo che ci stanno lavorando i marchi più noti quali Huawei, che punta a sistemi da 600 kW, e Li Auto, che ha un piano per installare 5.000 stazioni di ricarica che supportano 5C entro il 2025.

Articoli correlati