Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Fotovoltaico in cloud: un’idea italiana per risparmiare più del 70% sulle bollette

11Parco solare European Energy
Home > News > Solare > Fotovoltaico in cloud: un’idea italiana per risparmiare più del 70% sulle bollette

Esserenergia, giovane azienda italiana, sperimenta il fotovoltaico in cloud.

Un’innovazione unica e al 100% italiana

Quella portata sul mercato dall’azienda toscana Esserenergia, parte del Gruppo  Veos Spa, è un’innovazione unica e al 100% italiana che potrebbe far crescere ancor di più il settore fotovoltaico.

I servizi cloud, in generale, sono degli strumenti che mette a disposizione Internet fornendo, agli abbonati che decidono di affittarli, potenti risorse senza costringerli ad acquistarle.

Ci si può affidare dunque a quelli che sono i server di una determinata società, come nel caso della soluzione avanzata da Esserenergia. Di che si tratta nello specifico? Se non si può o non si vuole avere il tradizionale impianto sul tetto, si può decidere di prendere in affitto una porzione di un parco agrifotovoltaico di proprietà dell’azienda.

In questo modo, lo spazio viene affidato a seconda delle esigenze energetiche della famiglia, e soprattutto in base ai consumi.

Il pacchetto fornito al cittadino, della durata di 20 anni, garantisce una determinata quantità di energia pulita ogni anno, con la possibilità anche di rivendere a qualcun altro la propria quota residua.

Vantaggi per i consumatori

Per Esserenergia, i vantaggi per i consumatori sono innumerevoli, soprattutto per il non avere più un impianto da controllare evitando anche la pulizia dei pannelli.

Questo sistema di energia solare si sposta poi sempre con l’utente, offrendo un servizio accessibile a tutti che non prevede attese o autorizzazioni, e che garantisce un risparmio economico immediato.

La quota di materia prima inclusa nel pacchetto cloud sarà infatti pari a zero perché, fino a quando l’utente non avrà finito i kWh acquistati virtualmente, dovrà solo pagare piccole quote fisse.

Si arriverà così ad avere delle bollette bassissime, ridotte anche del 70%.

I valori delle CER

Il fotovoltaico in cloud rispecchia un po’ la logica e i valori delle CER, considerando che i cittadini, sottoscrivendo il sistema, diventano anche parte di una comunità energetica.

Esserenergia non è però l’unica ad avere ideato un prodotto del genere. Un’iniziativa simile nasce infatti dall’azienda Senec, con sede in Lipsia (Germania).

Si tratta di un programma che permette di avere energia a dei costi molto bassi, per poi consumarla nei casi di necessità riducendo le spese e accumulando, quella non consumata, in una sorta di batteria virtuale.

Senec.cloud

L’elettricità non utilizzata viene infatti immessa in una rete gestita da Senec.cloud, che te la tornerà quando ne avrai bisogno partendo comunque da un impianto fotovoltaico già installato in casa.

Parliamo anche in questo caso di un’innovazione che, basandosi su autoconsumo e condivisione, porterà con il tempo una serie di benefici sia a livello economico che ambientale.

Articoli correlati