Roma, 17/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Global Gas Security Review: il rapporto IEA sui mercati globali del gas

11
Home > News > Gas > Global Gas Security Review: il rapporto IEA sui mercati globali del gas

Dal nuovo Global Gas Security Review dell’International Energy Agency (IEA), è emerso che la crisi energetica e il conflitto in Ucraina hanno trasformato i mercati globali del gas, con implicazioni che si sono riversate sui produttori, sui consumatori e sui singoli governi nazionali. 

Scarica qui il report

Cosa è emerso dal report

Dal report IEA ‘Global Gas Security Review’ è emerso quanto la crisi energetica e il conflitto in Ucraina abbiano provocato delle gravi conseguenze, rimodellando i mercati e creando delle tensioni. 

Lo studio infatti si concentra soprattutto sui stoccaggi Ue per il prossimo inverno, sulle dinamiche commerciali del GNL, sul ruolo della Cina e sul possibile sviluppo delle forniture di gas a basse emissioni di CO2.

Le trasformazioni del settore energetico hanno richiesto un dialogo più stretto tra produttori e consumatori, entrambi impegnati nel garantire la sicurezza dell’approvvigionamento a breve e lungo termine. 

Ma l’analisi ha anche evidenziato quanto sia essenziale un ancora più profondo coordinamento tra gli operatori di mercato, dati i cambiamenti epocali dell’ultimo periodo. 

La dodicesima conferenza dei produttori di GNL 

Questa relazione anticipa, tra l’altro, la dodicesima conferenza dei produttori di GNL del 18 luglio a Tokyo, evento organizzato non solo dalla IEA ma anche dal Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria del Giappone, che costituirà un importante forum di discussione tra i produttori di gas naturale e di GNL e i Paesi consumatori. 

Come sono cambiati i mercati del gas?

Secondo il rapporto, i mercati del gas sono cambianti orientandosi verso un graduale riequilibrio dall’inizio dell’anno.

Così facendo, i livelli di stoccaggio dell’Ue potranno raggiungere il 90% della loro capacità operativa all’inizio di agosto, e potrebbero essere riempiti quasi al 100% entro metà settembre.

Tuttavia, questo non rappresenta ancora una garanzia contro la volatilità dei prezzi durante l’inverno, e per tale ragione, per la prossima stagione restano ancora dubbi e grandi incertezze. 

La sicurezza dell’approvvigionamento globale di gas

La sicurezza dell’approvvigionamento globale di gas rimane ancora in prima linea nell’elaborazione della politica energetica, con una complessità crescente sia a breve che a lungo termine. 

Il ruolo della Cina e il GNL

Per quanto riguarda il GNL invece, la relazione sottolinea quanto sia diventato una fonte essenziale per l’Europa, con una quota nella domanda totale che è passata da una media del 12% negli anni 2010 a quasi il 35% nel 2022 

Ma in tutto questo, che ruolo ha la Cina? Nei mercati globali sarà sempre più protagonista secondo quanto analizzato dal rapporto IEA. Inoltre, se il Paese avrà una crescita più veloce del previsto, potrebbe presto scoppiare una forte concorrenza per gli approvvigionamenti, in particolare proprio di gas naturale liquefatto.

Gas low-carbon

Nel rapporto, infine, si esamina anche la necessità di sviluppare le forniture di gas cosiddetti low-carbon, come l’idrogeno e il biometano, al fine di ridurre le emissioni complessive di CO2 del settore.

Articoli correlati