Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Eolico, la società specializzata in impianti verticali a parete da 2200 kWh all’anno

11
Home > News > Eolico > Eolico, la società specializzata in impianti verticali a parete da 2200 kWh all’anno

L’originale turbina eolica del progettista Joe Doucet, chiamata ‘Wind Turbine Wall’, ha portato alla nascita di una nuova società specializzata nella creazione di impianti verticali a parete, e dal nome Airiva, con l’idea di sviluppare un nuovo concetto per produrre energia dal vento.

‘Wind Turbine Wall’

Il nuovo mini-eolico da parete chiamato ‘Wind Turbine Wall’ e ideato dal progettista Joe Doucet nel 2021, era composto da 25 micro turbine ad asse verticale, al 100% versatili, in quanto adattabili alle pareti di qualsiasi tipo di edificio trovando però il giusto equilibrio tra peso e integrità.

Di certo parliamo di un design totalmente unico che, essendo incorporato al 100% alla parete di casa, non impatta sull’aspetto estetico risolvendo alcune problematiche che spesso frenano i consumatori.

Da allora, nonostante non sia mai stata così alta l’attenzione verso le cosiddette tecnologie eoliche urbane, quest’innovazione ha comunque fatto strada, fino a portare alla nascita di una società proprio specializzata in questa tipologia di apparecchi.

Airiva

Nasce così la società chiamata Airiva, che ha portato sul mercato 8 turbine eoliche verticali inserite in un telaio grande in media quasi il doppio di una persona. Ognuna di esse, dalla forma come quella di un’elica, gira in sincronia insieme a tutte le altre, dando quasi l’idea di una tenda che si increspa con il soffiare del vento.

Si tratta dunque di una versione molto diversa rispetto a quella messa a punto dal designer Doucet due anni fa, più simile invece a una sorta di mosaico cinetico composto da piccole lastre quadrate rotanti. Il prototipo sperimentato da Airiva invece, ha sicuramente più l’aspetto di una turbina eolica tradizionale, ma è comunque una soluzione molto più comoda, e al 100% green.

2200 kWh all’anno

Il prodotto infatti, come assicurato dal team che l’ha prodotto, garantisce un elevato grado di efficienza, dopo una serie di test effettuati. Se il dispositivo viene infatti configurato in modo preciso, un’unità costituita da un telaio e da 8 turbine può arrivare a produrre circa 2200 kWh all’anno.

Ovviamente non parliamo di cifre che potranno mai competere con l’eolico su grande scala, ma non è di certo questo l’intento della società. L’elettricità generata serve infatti per alimentare luoghi vicini nei quali viene prodotta e consumata, se non la stessa abitazione.

Non ancora pronta per il mercato

L’innovazione di Airiva non è ancora pronta per il mercato, perché dovranno essere eseguiti ulteriori test pilota prima di metterla ufficialmente in commercio.

Si stima però che il prodotto finale sarà molto competitivo sia a livello di costi che di efficienza energetica, e che, se adoperata dalle aziende, questo nuovo mini-eolico urbano potrà aiutare a generare energia green senza distruggere l’ecosistema e senza impattare sull’espetto estetico degli edifici.

Potrà davvero l’idea originale dell’imprenditore americano Joe Doucet arrivare a trasformare il modo di ottenere energia pulita dal vento? Senza l’istallazione d’ingombranti e antiestetiche turbine eoliche?

Articoli correlati