Roma, 22/02/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Eolico, il valore annuale più alto mai raggiunto dall’Ue: 17 GW nel 2023. Ma non basta

11eolico offshore
Home > News > Eolico > Eolico, il valore annuale più alto mai raggiunto dall’Ue: 17 GW nel 2023. Ma non basta

Secondo gli ultimi dati diffusi da WindEurope, l’Ue ha costruito 17 GW di nuovi parchi eolici nel 2023. Di questi, 14 GW onshore e 3 GW offshore. Parliamo dunque del valore annuale mai registrato ma ancora al di sotto delle aspettative europee dei 30 GW all’anno.
Il comunicato dell’associazione.

I dati

I dati diffusi dall’associazione non-profit WindEurope riguardo lo sviluppo dell’eolico in Europa, evidenziano nel 2023 una crescita rispetto all’anno precedente, registrando, come nuovo record, una produzione di 17 GW di energia pulita.

Parliamo di 2 GW in più rispetto al 2022 che segnalano comunque il valore più alto mai raggiunto in un anno dall’Unione. Tuttavia, resta ancora un problema di fatto: siamo lontani dal raggiungere le cifre necessarie per soddisfare gli obiettivi da qui al 2030.

Questo perché, per arrivare a una neutralità climatica al 2050, i gigawatt eolici installati annualmente dovrebbero essere quasi il doppio, e dunque 30. L’esito finale dipenderà quindi da quanti impianti saranno effettivamente realizzati e da come i Paesi affronteranno le prossime sfide legate allo sviluppo delle rinnovabili, compresi iter burocratici sempre ostici da concludere.

Il contributo della Germania

Nel record annuale del 2023, è di certo rilevante il contributo della Germania, alla quale si deve, secondo il comunicato dell’associazione, la maggiore capacità eolica conseguita nell’Ue, seguita poi da Paesi Bassi e Svezia.

In Olanda infatti, si trovano alcuni dei siti più importanti a livello mondiale, come l’Hollandse Kust Zuid, al momento il più grande parco al mondo nel settore.

In generale comunque, dal report di WindEurope si evince come bisogna fare di più per non deludere le aspettative di nessuno sulla decarbonizzazione. Anche secondo le recenti stime dell’International Energy Agency (IEA), l’Europa dovrebbe generare 23 GW all’anno di energia eolica nel periodo compreso tra il 2024 e il 2028. Ci riuscirà?

Tante difficoltà

Bisogna anche considerare che negli ultimi anni il settore si è ritrovato ad affrontare tante difficoltà, legate per esempio all’impennata dell’inflazione, all’aumento della concorrenza e alle difficoltà nell’ottenere i permessi per i progetti.

Il CEO di WindEurope però, Giles Dickson, sembra essere abbastanza ottimista sulla ripresa e sulle future possibilità di crescita, sperando in un aumento dei volumi di nuovi impianti ancora da realizzare.

Articoli correlati