Roma, 17/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Combinare eolico e fotovoltaico conviene? Il caso EDP in Portogallo

11solare eolico
Home > News > Eolico > Combinare eolico e fotovoltaico conviene? Il caso EDP in Portogallo

I sistemi ibridi, che uniscono cioè più fonti rinnovabili, si stanno facendo strada anche nelle installazioni su larga scala. Sfruttare gli impianti già esistenti consente infatti di aumentare la produzione di energia garantendo al tempo stesso la stabilità dei costi e una minore invasività paesaggistica. Il nuovo Parco eolico-fotovoltaico di São João, realizzato da EDPR in  Portogallo, risponde a questi canoni.

L’ibridazione degli asset esistenti

Ad oggi una delle vie più battute per incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili è la combinazione di diverse tecnologie. Creare sistemi ibridi, in grado di unire, ad esempio, la capacità eolica, a quella solare e idroelettrica è una prerogativa di molte aziende.Questo perché, nella maggioranza dei casi, l’ibridazione degli asset esistenti consente di aumentare l’efficienza dei progetti, ma anche di utilizzare e condividere infrastrutture elettriche esistenti, garantendo al tempo stesso la stabilità dei costi e una riduzione dell’impatto ambientale.

Il nuovo Parco ibrido del Portogallo

Un parco che combina energia eolica e solare in un unico sito, può dunque arrivare a raddoppiare la capacità di produzione elettrica. Come nel caso del secondo parco ibrido del portogallo realizzato da EDP Renewables, che ha visto associare alla potenza installata del parco eolico São João, operativo dal 2008 con 22,8 MW, quella della centrale fotovoltaica di Monte de Vez, da 21 MWp (e 31,4 GWh di produzione annuale stimata). Grazie al connubio delle due fonti rinnovabili il complesso ora è in grado ora di produrre 79 GWh di energia pulita all’anno, sufficiente a rifornire 23 mila famiglie.

36 mila pannelli bifacciali 

Il nuovo parco prevede, accanto alle 13 turbine eoliche già attive, l’installazione di 36 mila pannelli bifacciali. In questo modo sarà possibile evitare l’emissione di circa 40 mila tonnellate di CO2 all’anno, contribuendo alla decarbonizzazione del territorio. Nella regione centrale del Portogallo, in particolare nei comuni di Penela, Coimbra, Ansiao e nel distretto di Leiria, EDP dispone già di oltre 280MW di capacità eolica in funzione. La multinazionale ha annunciato di voler seguire il trend iniziato nella Penisola Iberica e in Polonia, dove è stata pioniera inaugurando stabilimenti ibridi dal 2023, e di aver già previsto investimenti in nuovi progetti rinnovabili ottimizzando quelli già in funzione.

Articoli correlati