Roma, 20/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Octopus Energy inaugura la sua prima comunità energetica rinnovabile in Italia

11CER
Home > News > Elettrificazione > Octopus Energy inaugura la sua prima comunità energetica rinnovabile in Italia

Octopus Energy, azienda britannica, annuncia la sua prima CER ad Ascoli Piceno, che sarà in grado di alimentare circa 80 case.

L’obiettivo

Con la sua prima comunità energetica rinnovabile in Italia, l’obiettivo dell’azienda britannica Octopus Energy non è portare e condividere elettricità green solo in loco, ma espandersi in tutta Italia con l’idea di incentivare l’autoconsumo.

Per tale progetto, la società sta investendo circa 5 milioni di euro, che serviranno per coprire la parte produttiva, e dunque per realizzare i pannelli solari da installare. 

Solar Club

Come si chiamerà la struttura? Solar Club, e seguirà tutte le altre associazioni composte da enti pubblici locali, aziende, attività commerciali e cittadini privati che hanno scelto di affidarsi a un modello basato sulla condivisione di energia pulita

L’impianto ad Ascoli Piceno, che sarà installato direttamente dalla società del Regno Unito, non chiederà alcun costo né obbligo ai consumatori, se non quello di essere agganciati alla cabina di distribuzione attorno alla quale sarà costruita la comunità.

Non bisogna dimenticare che Octopus Energy è una compagnia nata proprio con l’intento di rendere l’energia verde accessibile a tutti, ed è anche questo che farà Solar Club promuovendo la crescita e l’utilizzo consapevole delle risorse locali.

Un incentivo

I principi base da rispettare sulle CER sono più o meno sempre gli stessi, con lo scopo finale di investire sulla sostenibilità e beneficiarne economicamente. 

In questo caso però, Octopus Energy ha deciso di dare un incentivo in più ai membri del gruppo, da aggiungere a tutti i vantaggi già offerti da questo genere di forme associative.

In sostanza l’azienda ricompenserà il fatto di sfruttare energia prodotta localmente agevolando così il bilanciamento della rete pubblica, ed evitando investimenti costosi in nuove infrastrutture.

Tutto questo dimostra come la partecipazione diretta dei cittadini come utenti-consumatori e come investitori stia davvero diventando sempre più popolare, perché se ne sta comprendendo davvero l’importanza.

Articoli correlati