Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

CER in Veneto: nuovo bando dal 2024 da 1 milione di euro

11
Home > News > Elettrificazione > CER in Veneto: nuovo bando dal 2024 da 1 milione di euro

Aprirà a febbraio 2024 il bando della Regione Veneto che assegna contributi a sostegno delle Comunità Energetiche Rinnovabili.

Il bando

La Regione Veneto annuncia un nuovo bando di finanziamento per la progettazione e la creazione di Comunità Energetiche Rinnovabili. Si potranno presentare domande dal 1° febbraio 2024, e l’iniziativa è rivolta a tutti i soggetti membri di una CER presente sul territorio.

Grazie a questo progetto verranno messi a disposizione dei contributi che copriranno l’80% delle spese ammissibili, offrendo un supporto finanziario sostanziale alle realtà coinvolte che va da un minimo di 10.000 euro, a un massimo finanziabile di 30.000.

Con tale capitale, dalla dotazione finanziaria totale di 1 milione di euro, si pagheranno dei costi notarili, legali e camerali, oltre che delle consulenze specialistiche da avviare nelle singole zone.

Il Veneto

In particolare, è con la legge regionale del 5 luglio 2022 che il Veneto promuove la costituzione di tali gruppi di autoconsumatori, mettendo sempre più fondi a disposizione per giungere il prima possibile a una transizione energetica totale, abbandonando gradualmente le fonti fossili.

L’Assessore regionale allo Sviluppo Economico ed Energia, Roberto Marcato, sottolinea quanto queste comunità siano fondamentali per diventare sempre più indipendenti dal punto di vista energetico, in attesa del completamento del quadro normativo a livello nazionale. Per questo, dal prossimo anno iniziative come queste saranno sempre più numerose.

Lo sviluppo delle CER

Prosegue dunque lo sviluppo delle CER nel Belpaese. Nel Sud per esempio, con oltre 1,3 milioni di euro spesi dalla Fondazione CON IL SUD, sorgeranno in Campania, Sicilia, Puglia e Basilicata nuovi gruppi di autoconsumo e condivisione, con l’obiettivo non solo di promuovere questo modo di produrre elettricità, ma aiutando anche le famiglie con maggiori difficoltà economiche.

Nel Lazio invece, si sta realizzando per la prima volta sul tetto di un Istituto romano un impianto solare che permetterà a enti privati e pubblici, oltre che ai singoli cittadini, di generare e scambiare ben 82,17 KWp.

Articoli correlati