Roma, 17/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Nel mondo 775 milioni di persone senza elettricità. I dati e le soluzioni IEA.

11elettricità
Home > Policy > Policy Mondo > Nel mondo 775 milioni di persone senza elettricità. I dati e le soluzioni IEA.

L’accesso universale all’elettricità è nella lista degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Tuttavia, le persone che nel mondo ancora non godono di questo servizio essenziale sono 775milioni. Il nuovo manuale IEA ha lo scopo di mostrare ai Paesi come migliorare il monitoraggio delle informazioni, e dunque la pianificazione territoriale dell’elettrificazione, utilizzando i dati forniti da società elettriche e altre fonti.

Una nuova guida per il monitoraggio dei dati

L’Agenzia Internazionale dell’Energia, IEA,  ha pubblicato una nuova guida per facilitare il monitoraggio dei dati relativi all’accesso all’elettricità. Lo scopo è offrire supporto ai governi riguardo a un problema critico, strettamente legato ai temi della crescita e dello sviluppo sostenibile.

L’accesso universale all’elettricità

L’accesso universale all’elettricità, nel XXI secolo, dovrebbe essere una componente fondamentale, imprescindibile per garantire una crescita economica sostenibile e inclusiva. Invece, non solo non è ancora così, ma secondo quanto riportato dall’Agenzia Internazionale, nel 2022 si è registrato il primo aumento, da decenni, del numero di persone private di questo servizio essenziale: 775 milioni. Un’inversione di tendenza che sembra evidenziare il fallimento dei governi nel raggiungimento di uno degli obiettivi chiave di sviluppo sostenibile concordati dalle Nazioni Unite.

Obiettivi dell’ONU

“Garantire l’accesso a un’energia economica, affidabile e moderna per tutti entro il 2030” è indicato come obiettivo 7 nella lista per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDG7) , includendo l’accesso universale all’elettricità, una quota maggiore di energie rinnovabili nel mix energetico e il raddoppio del tasso di miglioramento dell’efficienza energetica. L’IEA è tra i co-custodi ufficiali dell’ SDG7 e contribuisce, mediante la gestione di un database globale di informazioni sull’accesso all’elettricità, alla rendicontazione ufficiale sui progressi globali in tal senso.

I ritardi sui dati e il nuovo sistema informativo

Oggi, la maggior parte dei Paesi che non riescono a garantire accesso universale all’elettricità, tiene traccia dei dati solo periodicamente e spesso con notevoli ritardi. La nuova guida descrive, quindi, i diversi passaggi volti ad ottenere un monitoraggio più aggiornato e frequente, utilizzando i dati forniti da società elettriche e altre fonti. Il documento mostra, inoltre, come avviare i primi passi per creare un sistema informativo di accesso geograficamente disaggregato. Si tratta di pratiche utili per tracciare connessioni elettriche anche a livello locale (di giurisdizione o addirittura di villaggio), dati fondamentali per una pianificazione territoriale dell’elettrificazione aggiornata.

Mini-grid e tecnologie off-grid

Una recente analisi IEA stima che i sistemi mini-grid e off-grid, tecnologie decollate negli ultimi anni, rappresentano il mezzo più praticabile per elettrificare quasi il 60% delle case senza elettricità in Africa. Una soluzione importante per garantire l’accesso all’elettricità anche nelle aree remote e rurali che le reti centralizzate non sempre raggiungono. La recente guida fornisce, tra le altre cose, metodi per calcolare il numero delle persone che stanno ottenendo l’accesso attraverso questi sistemi alternativi.

Articoli correlati