Roma, 20/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

IEA: Obiettivo 7 dell’Agenda 2030 lontano

11Tracking SDG 7: The Energy Progress Report
Home > Policy > Policy Mondo > IEA: Obiettivo 7 dell’Agenda 2030 lontano

È troppa la popolazione mondiale che non ha ancora accesso all’elettricità e che non utilizza combustibili puliti per cucinare. Il rapporto sull’energia 2024 dell’IEA dimostra che tutti i Continenti devono accelerare il loro impegno per raggiungere l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 7 per l’energia entro il 2030.

Scarica il report

The Energy Progress Report

L’edizione 2024 di “Tracking SDG 7: The Energy Progress Report” mette in guardia l’intera popolazione mondiale. Gli sforzi fatti finora non sono sufficienti per raggiungere tutti gli obiettivi stabiliti nell’SDG 7 per l’energia entro il 2030. Sono stati compiuti alcuni progressi su elementi ben specifici dell’Obiettivo 7 – per esempio, l’aumento del tasso di diffusione delle energie rinnovabili – ma il globo è lontano dal “garantire l’accesso a un’energia conveniente, affidabile, sostenibile e moderna”.

I punti che potrebbero non essere raggiunti sono due: l’accesso universale all’elettricità e l’utilizzo di combustibili puliti per cucinare.
Continua a crescere infatti il numero delle persone senza accesso all’elettricità. Tale crescita è dovuta, principalmente, alla crescita della popolazione, soprattutto nell’Africa sub-sahariana e in Asia.

Inoltre, più di 2 miliardi di persone utilizzano ancora combustibili e tecnologie inquinanti per cucinare. Ciò comporta enormi implicazioni per la salute e l’ambiente, e determina 3,2 milioni di morti premature ogni anno, concentrate, ancora una volta, nel continente africano

I risultati positivi

Alcuni punti dell’agenda dell’SDG 7 hanno avuto risultati migliori.

L’energia rinnovabile ha registrato una crescita considerevole e i miglioramenti in termini di efficienza energetica sono in aumento, anche se non ancora sufficienti per raggiungere l’obiettivo dell’SDG 7.

Tra gli elementi positivi, il rapporto IEA cita anche l’introduzione dei nuovi obiettivi globali promessi da oltre 130 Paesi nel Consenso degli Emirati Arabi Uniti. Rafforzano gli obiettivi dell’SDG 7 perché mirano a triplicare la capacità di generazione rinnovabile e a raddoppiare il tasso di efficienza energetica.

Sono necessarie azioni concrete e immediate per raggiungere questi obiettivi, soprattutto per affrontare la grande disparità negli investimenti nell’energia pulita, di cui l’80% rimane concentrato in soli 25 Paesi nel mondo.

Le prossime mosse

Con le politiche attuali, nel 2030 ci saranno ancora 660 milioni di persone senza accesso all’elettricità e circa 1,8 miliardi che non potranno utilizzare tecnologie e combustibili puliti per cucinare.

Il 15 luglio gli enti firmatari del report presenteranno alla comunità internazionale i risultati ottenuti dal monitoraggio della situazione energetica mondiale e chiederanno nuovi sforzi per il sostegno finanziario, tecnologico e politico necessario per colmare il deficit di accesso a elettricità e combustibili puliti.
Tale richiesta dovrebbe garantire che tutti i Paesi possano beneficiare di una diffusione accelerata delle energie rinnovabili e di una migliore efficienza energetica.

Il rapporto sui progressi energetici 2024 è stato realizzato dall’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA), dell’Agenzia internazionale per l’energia rinnovabile (IRENA), della Divisione statistica delle Nazioni Unite (UNSD), della Banca mondiale e dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Articoli correlati