Roma, 21/02/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Industria: 450 milioni messi in campo per l’idrogeno verde

11idrogeno per decarbonizzare i trasporti
Home > News > Idrogeno > Industria: 450 milioni messi in campo per l’idrogeno verde

Pubblicato il decreto direttoriale per autorizzare l’esecuzione di interventi di bonifica e riconversione all’idrogeno verde degli stabilimenti inutilizzati.

Obiettivo rinnovabili

Avanti con l’idrogeno. Il decreto direttoriale che dà il via libera alla realizzazione delle hydrogen valleys nelle aree industriali dismesse è stato pubblicato sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

Grazie al finanziamento (500 milioni) destinato dal PNRR al recupero delle aree industriali dismesse da convertire in impianti di produzione di idrogeno verde, sarà possibile riqualificare circa 9000 km2 di territorio. Si tratta di un investimento che interessa principalmente il Sud Italia, con il duplice obiettivo di convertire gli stabilimenti inutilizzati e favorire la crescita delle fonti energetiche rinnovabili.

Decarbonizzazione e sostenibilità

450 milioni le risorse messe in campo. Lo ha annunciato il viceministro del MASE, Vannia Gava. “L’idrogeno verde sarà direttamente utilizzato nell’industria, nelle PMI e nel trasporto locale, promuovendo così la crescita economica locale in un’ottica di decarbonizzazione e maggiore sostenibilità”. 

La cifra stanziata dalla Missione 2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, riguardante la conversione dell’industria all’H2 green, prevede un percorso graduale che mira alla decarbonizzazione e alla valorizzazione del territorio puntando alla competitività.

Appalti entro il primo trimestre del 2023

Il provvedimento, a cui è allegato anche il “bando tipo” che le Regioni e le Province autonome possono utilizzare per la concessione dei finanziamenti, consentirà di procedere con l’aggiudicazione degli appalti entro il primo trimestre del 2023. Nello stesso periodo il Ministero assegnerà anche 2 miliardi per l’utilizzo dell’idrogeno nell’industria hard-to-abate, contribuendo così, alla progressiva introduzione di vettori energetici rinnovabili in sostituzione dei fossili.

Articoli correlati