Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Primo “VIA” all’eolico galleggiante in Italia. È quello della 7SeasMed

11eolico galleggiante
Home > News > Eolico > Primo “VIA” all’eolico galleggiante in Italia. È quello della 7SeasMed

Con 21 aerogeneratori da 12 MW ciascuno, per una potenza complessiva di 250MW, il Parco eolico galleggiante della 7Seas Med è il primo in Italia ad aver ottenuto il VIA positivo. Il nulla osta, validato tramite decreto di Provvedimento Unico del MASE, di concerto con il MIC, rappresenta un passo importante in un settore emergente come quello dell’eolico offshore.

Una potenza complessiva di 250 MW

Include 21 aerogeneratori da 12 MW per una potenza complessiva di 250 MW, il primo progetto eolico galleggiante in Italia ad aver ricevuto la Valutazione d’Impatto Ambientale positiva (VIA). Si tratta del parco eolico galleggiante della 7Seas Med, azienda associata all’ANEV, la prima opera in tal senso nel panorama energetico nostrano a ricevere il lascia passare con decreto di Provvedimento Unico in materia Ambientale dal Ministero dell’Ambiente, di concerto con il Ministero della Cultura.

A 35 km dalla costa del Canale di Sicilia

Il Parco flottante sarà posizionato nel Canale di Sicilia, a circa 35 km dalla costa. Per la sua realizzazione saranno utilizzate fondazioni galleggianti ed impiegate soluzioni ingegneristiche innovative volte a ridurre al minimo l’impatto sia a livello ambientale che visivo. 

Un passo importante per lo sviluppo dell’eolico offshore

La notizia, incoraggiante anche sotto il profilo dell’accelerazione delle procedure e degli iter burocratici riguardanti progetti presentati presso la Commissione VIA, ha raccolto immediatamente il plauso dell’Associazione Nazionale Energia del Vento, che in una nota  segnala l’importanza di questo primo passo in un settore emergente come l’eolico offshore. In particolare l’Anev evidenzia come questa nuova tecnologia possa rappresentare una leva importante per lo sviluppo industriale, occupazionale ed ambientale del Paese. Come emerso dagli studi dell’ANEV, l’eolico offshore ha un potenziale di almeno 10 GW che potrebbero essere realizzati entro il 2040, ma per far sì che questo si avveri è indispensabile avere in tempi rapidi la definizione del decreto FER2.  

Il Decreto Ministeriale FER2

Secondo l’ultima bozza del Decreto Ministeriale FER2, la Valutazione d’impatto Ambientale positiva permette alla 7Seas Med di partecipare alle aste previste per gli incentivi all’eolico offshore, mentre per la realizzazione dell’opera da parte dell’azienda sarà necessario il titolo autorizzativo completo.

Articoli correlati