Roma, 02/12/2023 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

L’energia eolica taglia l’uso del carburante in mare

11navi cargo
Home > News > Eolico > L’energia eolica taglia l’uso del carburante in mare

L’energia del vento potrebbe cambiare il futuro dei trasporti marittimi. A dimostrarlo sarà il viaggio inaugurale della nave da cargo Pyxis Ocean, l’imbarcazione di progettazione britannica (ma prodotta in Cina) che utilizza WindWings per tagliare emissioni e consumi.

Il primo viaggio del Pyxis Ocean

È iniziato il primo viaggio della  Pyxis Ocean, la nave da cargo presa a noleggio dalla Cargill. L’imbarcazione, di progettazione britannica, è dotata di vele rigide appositamente concepite per tagliare i consumi di carburante e l’impatto ambientale legato alle emissioni di carbonio. Si tratta di una tecnologia innovativa arrivata dal Regno Unito, ma prodotta in Cina, che punta a trasformare il settore della navigazione e a renderlo più sostenibile.

Le vele WindWings

La nave Pyxis Ocean, impegnata nel suo viaggio inaugurale dalla Cina al Brasile, rappresenta il primo test concreto delle WindWings e delle loro potenzialità. Le vele si schiudono in mare e si ripiegano in porto. Alte circa 37 metri, sono costruite con lo stesso materiale delle turbine eoliche, che dovrebbe renderle più durevoli. Grazie a questa innovazione, è possibile ridurre i consumi di carburante, abbattendo potenzialmente le emissioni fino al 30%. 

Dalla Cina al Brasile

Il Pyxis Ocean impiegherà circa sei settimane per raggiungere la sua destinazione, ossia il Brasile, ma la tecnologia che utilizza trova origine in qualcosa di molto più veloce.

È, infatti, stata sviluppata dalla società britannica BAR Technologies, nata dalla squadra dell’America’s Cup 2017 di Sir Ben Ainslie, una competizione conosciuta come la “Formula Uno dei mari”.

Articoli correlati