Roma, 18/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Solare e fotovoltaico supereranno il carbone entro 5 anni

11solare
Home > News > Elettrificazione > Solare e fotovoltaico supereranno il carbone entro 5 anni

Nel 2027 il mondo avrà prodotto tanta energia rinnovabile quanta quella generata negli ultimi vent’anni. Nel rapporto 2022 sulle rinnovabili la IEA esamina la rapida espansione delle energie rinnovabili innescata dalla crisi energetica, prevedendo il raggiungimento degli obiettivi net zero anche prima del previsto.

Rinnovabili principali fonti entro il 2025

Una straordinaria fase di crescita sta riguardando le energie rinnovabili, con una previsione di sviluppo maggiore del 30% solo rispetto a un anno fa. Secondo Renewables2022 il nuovo rapporto sull’energia rinnovabile pubblicato dall‘Agenzia Internazionale per l’Energia, la  crisi energetica globale avrebbe innescato uno slancio senza precedenti a favore della green energy, destinata a diventare la prima fonte di approvvigionamento entro il 2025.

Le previsioni presenti nel documento si basano sugli ambiziosi obiettivi stabiliti dai diversi Paesi, gli incentivi politici e le misure di attuazione implementate per espandere le infrastrutture nelle diverse aree. I dati mostrano come in cinque anni l’energia elettrica prodotta da sole, acqua, vento, terra supererà carbone e altri combustibili fossili, contribuendo a mantenere viva la possibilità di limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C.

Energia rinnovabile in Europa e nel Mondo

Renewables 2022 evidenzia l’enorme potenziale di crescita dell’UE alimentato dalla crisi energetica, affermando che la capacità europea di produrre energia rinnovabile nel periodo 2022-27 raddoppierà rispetto al quinquennio precedente, con una diffusione ancora più rapida del fotovoltaico e dell’ eolico. Tuttavia, dal rapporto si evince che l’Europa non è l’unica potenza trainante nel processo di transizione. Paesi come Cina, Stati Uniti e India, stanno introducendo riforme normative e di mercato più rapidamente di quanto previsto in precedenza. Nei prossimi 5 anni sono previsti investimenti aggiuntivi nella produzione solare di Stati Uniti e in India per  25 miliardi di dollari, con lo US Inflation Reduction Act che costituisce un passo importante per l’espansione delle rinnovabili negli Stati Uniti. Nello stesso periodo, l’energia rinnovabile generata dalla Cina grazie al nuovo piano quinquennale, rappresenterà quasi la metà delle nuove risorse globali. . 

Sebbene la Cina rimanga l’attore dominante, la sua quota nella capacità produttiva globale potrebbe diminuire dal 90% di oggi al 75% entro il 2027.

Fotovoltaico e solare soluzioni più economiche

Il fotovoltaico su larga scala e l’eolico onshore sono le opzioni più economiche per generare elettricità un po’ ovunque nel mondo. La IEA pronostica che la capacità globale del solare fotovoltaico è destinata quasi a triplicare nel periodo 2022-2027, superando il carbone e diventando la più grande fonte energetica al mondo. Il rapporto prevede anche un’accelerazione delle installazioni di pannelli solari su tetti residenziali e commerciali.

Insieme, eolico e solare rappresenteranno oltre il 90% della capacità rinnovabile aggiuntiva nei prossimi cinque anni.

Ipotesi di crescita accelerata rispetto alle previsioni

Qualora la capacità di energia rinnovabile cresca di un ulteriore 25% rispetto alla previsione principale, saranno numerose, ma soprattutto differenti, le sfide da affrontare, sia nelle economie più avanzate, sia in quelle in via di sviluppo. Mentre per le prime si tratterebbe, infatti, di un discorso prevalentemente normativo, volto a favorire una più rapida penetrazione dell’elettricità pulita nei settori del riscaldamento e dei trasporti, per i Paesi emergenti significherebbe rimediare ad incertezze politiche, infrastrutture di rete deboli e alla mancanza di accesso a finanziamenti.

Articoli correlati