Roma, 24/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Efficienza energetica, uno stadio da 60 mila spettatori inquina come un’auto che fa 40 volte Roma-Hong Kong

11
Home > News > Elettrificazione > Efficienza energetica, uno stadio da 60 mila spettatori inquina come un’auto che fa 40 volte Roma-Hong Kong

«Necessario inserire gli eventi sportivi calcistici nella doppia transizione energetica ed ecologica avviata dal nostro Paese e dall’Europa. Il 40% delle emissioni di CO2 generate durante una partita di calcio dipendono dai trasporti, sia delle squadre, sia dei tifosi», ha dichiarato Lorenzo Casini, presidente della Lega Serie A. Il progetto “Road to Zero” per una finale di Coppa Italia 2024 decisamente più green che in passato. 

Per compensare le emissioni di CO2 di ogni singola partita bisognerebbe piantare 2.500 alberi

I nostri stadi sono tra i più grandi d’Europa. Molti però sono di vecchia concezione, con scarsa o poca attenzione alla sostenibilità ambientale e ai principi della transizione energetica. Secondo Lorenzo Casini, presidente della Lega Serie A, gli impianti sportivi della massima competizione calcistica nazionale devono fare molto di più in termini di soluzioni tecnologiche per ridurre l’impatto ambientale e migliorare i livelli di efficienza energetica.

«Una partita di calcio in un impianto non attrezzato sotto il profilo dell’ambiente e dell’efficientamento energetico, con 60mila spettatori, produce da sola lo stesso inquinamento di un’automobile che fa 40 volte Roma-Hong Kong, andata e ritorno. Per compensare le emissioni di CO2 prodotte da una singola partita c’è bisogno di ben 2.500 alberi in un anno», ha spiegato Casini, a margine dell’European Innovation for Sustainability Summit, in corso a Palazzo Taverna a Roma.

Si può intervenire sui sistemi di illuminazione, sui sistemi di riscaldamento, sui trasporti e sui materiali: «Il 40% delle emissioni di CO2 generate durante una partita di calcio dipendono dai trasporti, sia delle squadre, sia dei tifosi», ha poi aggiunto.

Il progetto “Road to Zero

Il Presidente della Lega Seria A ha poi lanciato il progetto “Road to Zero” in occasione della finale di Coppa Italia 2024 che si terrà il prossimo 15 maggio a Roma: «Per la prima volta ci sarà una partita di calcio disegnata per ridurre le emissioni sotto tutti gli aspetti: dal trasporto alla filiera alimentare fino alla raccolta dei rifiuti».

Secondo l’Assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Eugenio Patanè, «la finale di Coppa Italia Frecciarossa, oltre ad essere un evento e uno spettacolo unico per la nostra città da questa edizione rappresenta anche un grande sponsor per la mobilità sostenibile e la transizione ecologica. L’obiettivo dell’iniziativa ‘Road to Zero’, è quello di consentire a tutti gli spettatori della Finalissima di raggiungere lo stadio in maniera sostenibile».

«Per questo motivo – ha aggiunto – abbiamo messo in campo una serie di iniziative volte ad incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico, tra cui: ticket giornaliero gratuito a tutti i tifosi che vorranno usufruirne, già in possesso del biglietto per lo stadio; prolungamento dell’orario delle metropolitane fino all’1.30; potenziamento di tutte le linee del Tpl verso lo stadio Olimpico e navette dedicate al trasporto delle persone con disabilità».

L’applicazione di principi di risparmio energetico ed economia circolare

«Infine, stiamo lavorando alla messa a disposizione un’ampia area di parcheggio riservata a coloro che arriveranno allo stadio Olimpico con i mezzi in sharing. Ringrazio Roma servizi per la mobilità, firmataria del protocollo, che sta partecipando ai tavoli di lavoro per conto di Roma Capitale per lo sviluppo del progetto».

Un progetto che può favorire l’applicazione di principi di risparmio energetico ed economia circolare, con azioni finalizzate alla tutela del clima e a rendere le infrastrutture sostenibili (ad esempio, la scelta di utilizzare, per la prima volta, il “UEFA Carbon Footprint Calculator”, per il calcolo dell’impronta ecologica, oltre ad una serie di iniziative per promuovere la mobilità sostenibile per gli spostamenti in città).

Come spiegato sul sito della Lega Serie A, i fornitori scelti dovranno rispettare rigorosi requisiti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica, così come gli sponsor dell’evento garantiranno il loro supporto per la realizzazione del progetto riconoscendo loro stessi l’importanza della tematica.

Giornalista

Articoli correlati