Roma, 14/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Economica circolare, la piastrella per esterni di Leroy Merlin e Tetra Pak nata da cartoni riciclati

11
Home > News > Economia Circolare > Economica circolare, la piastrella per esterni di Leroy Merlin e Tetra Pak nata da cartoni riciclati

Leroy Merlin e Tetra Pak insieme per raggiungere nuovi obiettivi sull’economia circolare. Vogliono dar nuova vita ai cartoni per bevande riciclandoli e trasformandoli in un prodotto di alta qualità, con l’obiettivo di migliorare gli spazi esterni di casa.

Una piastrella per outdoor

Leroy Merlin e Tetra Pak vogliono realizzare una piastrella per outdoor, ma quali le caratteristiche? Sarà a incastro e verrà prodotta partendo dal TwoECO e dalla PolyAl, materiali che si ottengono dal riciclaggio di plastica e alluminio soliti dei cartoni da bevanda.

L’obiettivo non è solo compiere un importante passo nel settore, ma anche costruire un prodotto in posa ideale per ambienti esterni, come giardini e terrazzi. Poi, altro aspetto assicurato dalle due aziende riguarda le performance, considerando che si presterà attenzione a ottenere alla fine una piastrella resistente e duratura, in grado di combinare elevata funzionalità e minimo impatto ambientale.

Progetto virtuoso

Si tratta di un progetto virtuoso che combina perfettamente le potenzialità delle due società. Da una parte infatti c’è Tetra Pak, leader nelle soluzioni per il trattamento e il confezionamento alimentare. Dall’altra invece Leroy Merlin, specializzare nell’offrire soluzioni per la casa.

Combinando le loro esperienze si può davvero arrivare a qualcosa di originale, partendo dai cartoni per bevande costituiti per il 30% anche da polietilene e alluminio, ovvero materiali perfettamente riciclabili al fine di ottenere prodotti finiti di valore.

Sensibilizzare i clienti

Per Gianluca Carpanesi, Leader Market Team di Leroy Merlin, questa piastrella è un modo per rispondere alle sfide di sostenibilità 2024-2026, legate alla crescita di un’economia circolare. L’idea è anche quella di sensibilizzare i clienti offrendo soluzioni per rendere le case più efficienti e più green.

E lo stesso concetto viene anche ribadito da Lorenzo Nannariello, Sustainability Manager South Europe di Tetra Pak, che evidenzia l’importanza di favorire il riciclaggio e mettere a sistema le conoscenze e competenze di diversi operatori per un obiettivo comune.

L’Italia è uno dei Paesi più virtuosi

Ricordiamo che, per quanto riguarda in particolare carta e cartone, l’Italia è uno dei Paesi più virtuosi in Europa, con un ‘piano specifico di prevenzione’ approvato di recente dal Consiglio di amministrazione di Comieco (Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi cellulosici).

Nel solo 2022, il valore economico per il Paese generato dal riciclo e dal recupero degli imballaggi ha superato i 3 miliardi di euro, ottenendo dunque un risultato straordinario.

In questo modo poi, è stato possibile risparmiare oltre 56 terawattora di energia e più di 11,8 milioni di tonnellate di materia prima da poter riutilizzare, evitando anche di disperdere oltre 10,2 milioni di tonnellate di CO2.

Promuovere l’economia circolare

Nel corso di questi anni fino ad oggi, sono dunque innumerevoli gli sforzi nel tentativo di promuovere l’economia circolare, e anche la maggiore sensibilità di cittadini e imprese alle tematiche ambientali.

Un impegno visibile sia nei progetti avviati dalle società, come nel caso di Leroy Merlin e Tetra Pak, sia da parte del governo che ha dichiarato di aver ricevuto 686 istanze dai Comuni per l’acquisto di eco-compattatori.

Nonostante tutto ciò, bisogna sicuramente fare di più per favorire l’utilizzo di prodotti derivanti da materiali a fine vita in contesti sempre più ampi, per contribuire nel modo migliore possibile alla transizione.

Articoli correlati