Roma, 18/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

PNRR, CER e riqualificazione edilizia. La video intervista a Roberto Conte, AD, Iren Smart Solutions

Home > Interviste > PNRR, CER e riqualificazione edilizia. La video intervista a Roberto Conte, AD, Iren Smart Solutions

Parliamo di PNRR e Comunità Energetiche Rinnovabili. Rispetto ai Comuni più piccoli quali sono le opportunità di accesso al contributo?

Il PNRR che in sè è una grandissima opportunità per il Paese, ovviamente può contribuire, soprattutto nei piccoli Comuni, allo sviluppo di nuovi modi di produrre energia, come le Comunità Energetiche Rinnovabili. I Comuni con meno di 5000 abitanti hanno linee di accesso al finanziamento in conto capitale importanti. Ovviamente vanno supportate. Il processo di acquisizione, di richiesta del finanziamento, ma soprattutto poi di gestione di una Comunità Energetica Rinnovabile, per un piccolo Comune è sicuramente complesso, ma rappresenta un’occasione da non perdere. Da non lasciare andare. Effettivamente l’opportunità che il PNRR offre a questi piccoli Comuni di vedersi protagonisti nella produzione energetica sui propri territori, anche nella qualificazione delle finalità delle Comunità Energetiche territorio per territorio, credo sia un importante punto di svolta del protagonismo in campo energetico delle comunità locali. Le ESCo come Iren Smart Solutions si pongono proprio l’obiettivo di affiancare i territori e i Comuni nel raggiungimento di questi target.

Riguardo invece la riqualificazione degli edifici delle Pubbliche Amministrazioni, quali sono le opportunità e i limiti offerti dal PNRR alle ESCo?

É un tema delicato, nel senso che anche in questo caso il PNRR mette a disposizione degli Enti locali importanti risorse che, a volte si inseriscono in progettazione di lungo periodo come quelle che fanno le ESCo, tipicamente progetti di orizzonte decennale o quindicennale, nei quali a fronte di una garanzia di risparmio energetico le ESCo investono direttamente. Altre volte, invece, trovano interferenze nel PNRR, che ha una logica di breve periodo. Sappiamo tutti che i limiti temporali del PNNR impongono progetti quasi tattici, che siano cioè cantierabili in maniera molto molto rapida, e questo in qualche modo può ostacolare lo sviluppo di progettualità di lungo periodo che le ESCo, insieme ai Comuni, dovranno mettere in campo. Quindi una modalità per coordinare bene le opportunità del momento con progettazione, progettualità e sviluppi di lungo periodo, anche nella logica del raggiungimento del Net Zero per i Comuni, credo sia una sfida che anche se non abbiamo più tanto tempo vada affrontata immediatamente.

Articoli correlati