Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Von der Leyen: “Italia motore del Nuovo Bauhaus Europeo”

11
Home > Policy > Policy Europa > Von der Leyen: “Italia motore del Nuovo Bauhaus Europeo”

Alla diciottesima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, la presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Leyen, ha sottolineato quanto sia importante vincere la sfida della sostenibilità e del taglio delle emissioni di gas serra. 

L’intervento della Von der Leyen alla Biennale di Venezia

Durante la Biennale di Venezia, la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, ha messo in luce il ruolo dell’Italia come importante motore del Nuovo Bauhaus Europeo, evidenziando quanto sia importante lasciare le risorse della Terra per le prossime generazioni, senza lasciare indietro nessuno.

6 miliardi di euro da Bruxelles

La presidente ha fatto anche riferimento alle devastazioni che hanno sconvolto la Regione dell’Emilia Romagna, spiegando che Bruxelles vuole fornire 6 miliardi di euro per ridurre i rischi delle inondazioni, ristorare le barriere dei fiumi, ripristinare il letto del Po e reintegrare gli ecosistemi naturali sulle sue sponde.

Il Nuovo Bauhaus Europeo

Il Nuovo Bauhaus Europeo è l’iniziativa ambientale, economica e culturale che è stata lanciata dall’Esecutivo Ue e che combina design, sostenibilità e investimenti mirati a soddisfare gli obiettivi climatici da qui al 2030 e al 2050. 

Si tratta di un progetto che coinvolge diverse università e professionisti anche italiani, concentrando l’attenzione sulla transizione verde del Green Deal.

Questo principio, ha lasciato intendere il capo dell’Esecutivo Ue, varrà anche per la Direttiva europea sulle case green, al fine di migliorare la classificazione energetica degli edifici europei.

 L’allarme lanciato da Ursula von der Leyen

Ursula von der Leyen ha lanciato anche un allarme durante l’evento, sostenendo che, entro la fine del secolo, il livello delle acque locali potrebbe salire da un minimo di 30 centimetri a un massimo di oltre 1 metro, ed è per questa ragione che bisogna fare il possibile per ridurre le emissioni e conseguire la neutralità climatica, lavorando allo stesso tempo per rallentare l’innalzamento del livello del mare, migliorando l’uso dell’energia e dell’acqua.

Articoli correlati