Roma, 23/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La Germania segue l’Italia sul no alla Direttiva Case Green

11
Home > Policy > Policy Europa > La Germania segue l’Italia sul no alla Direttiva Case Green

La direttiva Ue Case green sembrava aver convinto Berlino, ma adesso la maggioranza sembra voler seguire le stesse orme dell’Italia.

Il no della Germania alla direttiva Ue sulle prestazioni energetiche degli edifici

Secondo quanto riportato da Euractiv, a Berlino la maggioranza sta spingendo il Paese a un no alla direttiva Ue sulle prestazioni energetiche degli edifici, che è stata presentata dalla Commissione europea per incentivare la ristrutturazione degli immobili pubblici e privati a sostegno della decarbonizzazione e del conseguimento degli obiettivi climatici.

La Germania segue la scia dell’Italia con il no del partito Fdp

In Italia, la proposta ha scatenato fin dall’inizio la dura reazione di imprese e partiti, con il governo Meloni che si è opposto a Bruxelles insieme alla Polonia e ad altri 13 Stati membri. La Germania, finora, sembrava essere d’accordo con le scelte dell’Esecutivo Ue, così come la Francia. Adesso però, è probabile che Berlino sia pronto a fare un passo indietro. 

A dire no è soprattutto il partito Fdp, guidato dal ministro delle Finanze Christian Lindner. L’esecutivo tedesco ha come azionista di maggioranza il partito socialdemocratico (Spd), ma deve sempre fare i conti con le opinioni non solo del Partito liberale democratico, vicino alla posizioni delle industrie, ma anche con i Verdi, che invece spingono per delle politiche ambientali più ambiziose. 

Non si sa ancora cosa verrà stabilito negli step successivi. Quello che è certo è che, per l’Italia, l’appoggio della Germania potrebbe rappresentare l’occasione per portare la direttiva, nei prossimi appuntamenti del Consiglio Ue, a proprio favore. 

Articoli correlati