Roma, 22/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

L’Italia apre al nucleare sostenibile con la prima riunione della PNNS

11nucleare in Italia
Home > News > Nucleare > L’Italia apre al nucleare sostenibile con la prima riunione della PNNS

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), in linea con la politica del Governo e la mozione approvata dal Parlamento lo scorso Maggio, nell’ottica della decarbonizzazione e della diversificazione delle fonti energetiche, ha inaugurato un nuovo percorso finalizzato alla possibile ripresa dell’utilizzo dell’energia nucleare in Italia. 

Diversificare le fonti aprendo al nucleare “sostenibile”

Diversificazione delle fonti, ma non solo energie rinnovabili ed efficienza energetica come stabilito dagli ultimi aggiornamenti al PNIEC. L’Italia non arresta la sua corsa verso il nucleare, anzi. A confermarlo è stata la prima riunione della Piattaforma Nazionale per un Nucleare sostenibile (PNNS) indetta dal Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica, che ha visto partecipare numerosi player di settore, istituzionali e privati. La Piattaforma, coordinata dal Mase con il supporto di ENEA e RSE, verrà articolata in gruppi tematici con precisi obiettivi.

I nuovi players del nucleare in Italia

Enti pubblici di ricerca, esponenti del mondo delle Università, di associazioni scientifiche, di soggetti pubblici operanti nel settore della sicurezza nucleare e del decommissioning, nonché di imprese che hanno già in essere programmi di investimento nel settore nucleare (come la produzione di componenti e impianti), si riuniranno periodicamente per definire in tempi certi un percorso finalizzato alla possibile ripresa dell’utilizzo dell’energia nucleare in Italia e alle opportunità di crescita della filiera industriale nazionale già operante nel settore. 

Sviluppare una strategia nazionale per il nucleare sostenibile

Il Governo, dallo scorso Maggio, si è impegnato a sostenere la ricerca tecnologica su fusione e fissione nucleare e a informare correttamente i cittadini su tali tecnologie   linea con la mozione approvata dal Parlamento. La Piattaforma Nazionale per un Nucleare Sostenibile (PNNS), a detta del Titolare dell’Ambiente, non si propone di riattivare le centrali nucleari di grande taglia nel Bel Paese (peraltro, per farlo dovrebbe superare lo scoglio di un nuovo referendum), bensì di valutare le nuove tecnologie sicure del nucleare innovativo quali gli Small Modular Reactor (SMR) e i reattori nucleari di quarta generazione (AMR). I risultati del lavoro della Piattaforma saranno la base per valutare l’elaborazione e l’adozione da parte dell’Italia di una Strategia nazionale per il nucleare sostenibile.

Articoli correlati