Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Idrogeno offshore, l’italiana Rosetti Marino realizzerà un impianto nel Mare del Nord da 70 milioni di euro

11
Home > News > Idrogeno > Idrogeno offshore, l’italiana Rosetti Marino realizzerà un impianto nel Mare del Nord da 70 milioni di euro

L’azienda olandese CrossWind ha assegnato alla società italiana Rosetti Marino un progetto finalizzato alla realizzazione di un impianto per la produzione e lo stoccaggio di idrogeno verde all’interno del parco eolico offshore Hollandse Kust Noord. 

L’accordo per l’impianto ‘Baseload Power Hub’

L’accordo tra le due aziende, l’olandese CrossWind e l’italiana Rosetti Marino, fondata nel 1925 a Ravenna, prevede la costruzione di un impianto di idrogeno offshore nel Mare del Nord,  denominato ‘Baseload Power Hub’, in cui l’H2 verrà usato come sistema di stoccaggio energetico.

In particolare, un elettrolizzatore trasformerà in idrogeno green l’energia in eccesso generata dalle pale eoliche durante i cosiddetti ‘picchi’. Il vettore verrà quindi immagazzinato e ritrasformato in elettricità quando necessario. 

L’Amministratore delegato della compagnia ravennate, Oscar Guerra, ha espresso il proprio orgoglio per essere stati selezionati come committente da CrossWind per un progetto così importante, considerando che si tratta della prima piattaforma al mondo di questo tipo, e la prima che produrrà combustibile verde offshore per la fornitura di energia pulita.

Contratto da 70 milioni di euro

Il contratto che prevede la realizzazione dell’impianto all’interno del parco eolico offshore Hollandse Kust Nord, vale 70 milioni di euro, e anche se è stato assegnato dall’azienda olandese, è parte di una joint venture tra Shell per l’80%, ed Eneco per il restante 20%.

Articoli correlati