Roma, 21/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

PNRR: 3,5 miliardi ad Enel per reti più resilienti e 6000 posti di lavoro in più

11smart cities
Home > News > Elettrificazione > PNRR: 3,5 miliardi ad Enel per reti più resilienti e 6000 posti di lavoro in più

I fondi del PNRR per 3,5 miliardi assegnati ad Enel, saranno investiti per rafforzare la rete elettrica e renderla in grado di assorbire la produzione di energia rinnovabile da fonti decentralizzate. 

Reti più resilienti

3,5 miliardi e mezzo all’Enel per investire nelle reti di media e bassa tensione e renderle più resilienti .I fondi del Pnrr assegnati all’Enel hanno lo scopo di evitare quel famoso blackout che in molti in Europa paventano.

“Gli interventi serviranno ad aumentare la capacità di queste reti in modo che siano in grado di assorbire la produzione rinnovabile da fonti decentralizzate ” ha dichiarato l’AD di Enel Francesco Starace a SkyTg24 Economia, in collegamento da Davos.

Nel 2022 triplicato il numero dei piccoli impianti rinnovabili

Modernizzare le reti significa supportare l’eterogeneità della produzione di energia pulita distribuita sul territorio e dunque sostenere anche i nuovi produttori. Gli italiani stanno portando sulla rete un carico massivo di nuove fonti, triplicando il numero dei piccoli impianti nel 2022.

Rinforzare la magliatura della rete nelle zone meno coperte

Gli interventi puntano a conseguire anche una maggiore e più diffusa magliatura della rete in certe zone d’Italia, in modo da renderla più robusta rispetto agli eventi climatici straordinari.

Si prevede che la realizzazione delle opere richieda circa 6.000 posti di lavoro in più, informazione che Enel ha subito metabolizzato muovendosi con due anni di anticipo per formare tutte le imprese con cui lavora e gli operatori del settore.

Articoli correlati