Roma, 20/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Francia, Spagna e Portogallo si accordano per realizzare nuove infrastrutture energetiche

11Spagna Francia Portogallo
Home > News > Elettrificazione > Francia, Spagna e Portogallo si accordano per realizzare nuove infrastrutture energetiche

Un nuovo memorandum d’intesa siglato tra penisola iberica e Francia permetterà di cooperare su progetti strategici dal punto di vista energetico, rafforzando i legami e consentendo di costruire un mercato interno più sicuro ed efficiente.

Nuove priorità in ambito energetico

Portogallo, Spagna e Francia hanno firmato a Bruxelles, con la Commissione europea, un protocollo d’intesa che stabilisce nuove priorità in ambito energetico. In base all’accordo sottoscritto, i firmatari dovrebbero impegnarsi a costruire nuove infrastrutture e a potenziare il mercato interno, rendendolo più sicuro ed efficiente. Nello specifico, i tre Paesi cercheranno di cooperare per la creazione di interconnessioni transfrontaliere e la rapida attuazione di progetti prioritari nel settore dell’elettricità.

Infrastrutture onshore e progetti di energia rinnovabile

Il documento introduce novità anche in ambito offshore e progetti di energia rinnovabile, oltre che per la produzione (con elettrolizzatori) e lo stoccaggio dell’idrogeno rinnovabile. Già nell’ottobre 2022, Portogallo e Spagna nell’ambito di un progetto denominato H2MED (al quale dovrebbe unirsi anche la Germania), avevano concordato con la Francia la costruzione di nuovi collegamenti per il trasporto di idrogeno verde, uno tra Celorico da Beira e Zamora (CelZa) e l’altro tra Barcellona e Marsiglia (BarMar). 

Gasdotti e collegamenti transfrontalieri

Il cosiddetto “Gruppo di alto livello”, composto appunto da Francia, Spagna e Portogallo, è stato istituito nel giugno 2015, già allora con l’obiettivo di promuovere progetti di infrastrutture energetiche chiave nell’Europa sud-occidentale. Oggi il memorandum si basa sulla cooperazione del Gruppo in merito alla costruzione dei collegamenti transfrontalieri mancanti tra la penisola iberica e il resto del mercato energetico dell’Unione, sulla Dichiarazione di Madrid (2015) e sulla Dichiarazione di Lisbona (2018).

Tra le opere a cui si sta lavorando risultano il progetto per aumentare la capacità di interconnessione tra Portogallo (Minho) e Spagna (Galizia), e il collegamento tra Spagna e Francia attraverso il Golfo di Biscaglia. Di rilievo anche il gasdotto Barcellona-Marsiglia, che trasporterà l’energia tra la penisola iberica e la Francia: la sua costruzione richiederà dai cinque ai sette anni.

Articoli correlati