Roma, 17/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

eMobility, ecco gli Avvisi per realizzare 6.500 punti ricarica in Italia. Fondi per 277 milioni di euro

11auto elettrica
Home > News > Elettrificazione > eMobility, ecco gli Avvisi per realizzare 6.500 punti ricarica in Italia. Fondi per 277 milioni di euro

Pichetto Fratin: “L’obiettivo è conseguire la sfidante milestone di avere al 30 giugno la graduatoria dei progetti selezionati”. I progetti selezionati saranno relativi a 2.500 stazioni di ricarica rapida super veloci per veicoli elettrici lungo le superstrade e 4.000 nelle zone urbane.

Infrastrutture di ricarica, gli Avvisi

Il ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica (Mase) ha pubblicato oggi due nuovi Avvisi per la presentazione di progetti per realizzare infrastrutture di ricarica elettrica sulle superstrade e nei centri urbani.

DI seguito i link alle pagine degli Avvisi:

Con la pubblicazione degli avvisi e, soprattutto, con l’impegno da parte degli operatori a presentare le proposte progettuali nei tempi previsti – ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratinsarà possibile conseguire la sfidante milestone di avere al 30 giugno la graduatoria dei progetti selezionati. Un traguardo importante rispetto al quale stiamo lavorando senza sosta e serve, ancor più oggi, uno sforzo comune, nella direzione di una nuova mobilità”.

Le risorse e la scadenza

In tutto 6.500 punti ricarica così suddivisi: 2.500 stazioni di ricarica rapida super veloci per veicoli elettrici lungo le superstrade e 4.000 nelle zone urbane.

Per la realizzazione delle stazioni di ricarica nelle superstrade sono previsti investimenti per circa 150 milioni di euro, mentre l’ammontare per quelle destinate nelle zone urbane è pari a 127 milioni di euro. In totale poco più di 277 milioni di euro.

La presentazione delle proposte deve avvenire entro il prossimo 9 giugno 2023 e tramite l’apposita piattaforma predisposta dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

Obiettivo 21.000 colonnine di ricarica entro il 2026

L’obiettivo che l’Italia si è data, in termini di decarbonizzazione dei trasporti e promozione della mobilità elettrica, è arrivare ad installare più di 21 mila colonnine di ricarica per veicoli elettrici entro la fine di giugno del 2026.

I fondi a disposizione per raggiungere il traguardo sono complessivamente pari a 713 milioni di euro, si legge nella comunicazione del ministero.

L’infrastruttura di ricarica oggi

Come riportato da Motus-E, le auto elettriche a batteria circolanti in Italia al 31 marzo 2023 sono all’incirca 183.467, con le immatricolazioni nel mese di marzo che risultano in aumento dell’81,96% sul 2022 a 8.170 unità.

Anche le infrastrutture di ricarica sono in netto aumento, con un nuovo record di colonnine installate, che ormai hanno un ritmo superiore ai 300 a settimana. Il totale nazionale raggiunge così quota 41.000.

Giornalista

Articoli correlati