Roma, 04/03/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Come convertire l’anidride carbonica in un prodotto utile a impatto zero

11
Home > News > Elettrificazione > Come convertire l’anidride carbonica in un prodotto utile a impatto zero

Un team di ricerca americano ha scoperto che, grazie a una vecchia equazione, si può trasformare l’anidride carbonica in un prodotto utile e non dannoso per l’ambiente. La CO2 può essere così utilizzata per le materie prime dei prodotti chimici o come mezzo per immagazzinare energia rinnovabile. 

L’equazione per rendere l’anidride carbonica un prodotto utile

Dei ricercatori americani della Cornell University hanno scoperto che, sfruttando una vecchia equazione formulata dal chimico Frederick Gardner Cottrell nel 1903, è possibile rendere l’anidride carbonica un prodotto utile e non dannoso per il Pianeta.

Un vero problema ambientale verrebbe trasformato così in una materia prima da utilizzare per produrre prodotti chimici, ma non solo. Secondo il team, la CO2 può essere anche sfruttata come mezzo per immagazzinare energia rinnovabile, sotto forma di legami chimici.

Su cosa si basa l’equazione

L’equazione si basa su un calcolo matematico e su delle tecniche elettrochimiche che sono in grado di convertire il gas serra in prodotti del carbonio, come etilene, etano o etanolo.

Lo studio è stato anche pubblicato sulla rivista scientifica ACS Catalysis, e i ricercatori hanno spiegato che, più si comprendono i percorsi di reazione sulla CO2, e meglio si riesce a controllarli.

Il progetto britannico per catturare l’anidride carbonica e convertirla in bicarbonato di sodio

Quella del team americano non è di certo l’unica ricerca esistente per capire come trasformare l’anidride carbonica in un prodotto utile. 

Nel Regno Unito è stato costruito il primo impianto per catturare la CO2 e riutilizzarla su scala industriale: nella grande azienda chimica Tata Chemicals Europe, il gas viene riconvertito in  bicarbonato di sodio per essere utilizzato nell’industria farmaceutica e nell’emodialisi.

La struttura si trova a Norwich, nel nord dell’Inghilterra, e cattura 36.000 tonnellate di anidride carbonica all’anno. 

Articoli correlati