Roma, 14/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Batterie, solo il 2,5% degli automobilisti le ha dovute sostituire. Lo studio

11batterie ioni di alluminio
Home > News > Elettrificazione > Batterie, solo il 2,5% degli automobilisti le ha dovute sostituire. Lo studio

Un recente studio della società Recurrent, sulla base di alcuni dati raccolti da oltre 20.000 veicoli, ha scoperto che, in media, solo il 2,5% degli automobilisti ha dovuto sostituire le batterie delle auto elettriche. Parliamo dunque di una percentuale piuttosto bassa rispetto alle aspettative.

Il rapporto

Il settore delle EV è sicuramente in crescita in tutto il mondo, ma sono tanti i dubbi e le preoccupazioni a riguardo da parte dei potenziali acquirenti. Una delle prime domande da porsi potrebbe essere: in che stato si trova la batteria dell’auto? Ogni quanto devo cambiarla?

Parliamo di un quesito comune e rilevante, soprattutto per le vetture già usate. Su tal fronte infatti, il rapporto di Recurrent dimostra quanto i veicoli elettrici non necessitino in realtà di grandi sostituzioni.

Questo vale nello specifico per quelli a partire dal 2016, con solo il 2,5% dei pacchi batteria sostituiti dal 2011 al 2024. Ma ci sono altri fattori che possono influenzare lo stato di degradazione.

Le pile

Le pile infatti sono dei dispositivi tecnologici piuttosto delicati, e che variano a seconda della propria struttura e capacità interna data dai materiali con le quali vengono realizzate. Quelle raffreddate per esempio ad aria e senza avere una gestione termica, possono esaurirsi più velocemente.

Ma questo genere di apparecchi sono ormai un ricordo lontano, perché i più moderni hanno di certo una chimica migliore che regala più longevità e sopporta ricariche rapide e frequenti.

I pacchi batteria sono cresciuti del 122% tra il 2015 e il 2022

L’analisi di Recurrent inoltre, rileva che i pacchi batteria sono cresciuti del 122% tra il 2015 e il 2022. Ciò significa che i nuovi veicoli hanno più capacità di partenza e che le loro pile dureranno di più prima dell’eventuale sostituzione.

Parliamo tra l’altro di un trend in aumento, almeno secondo le previsioni della società, con dei sistemi di gestione termica anch’essi destinati a prestazioni più performanti. Tutto questo fa ben sperare che sulla durata delle più recenti batterie si continui a progredire, con dei passi in avanti che chissà a dove potrebbero portare.

Condizioni stabili

Recurrent con i suoi report, tiene traccia delle sostituzioni nel corso del tempo, sulla base allo stato dei richiami, alle autodenunce dei proprietari e all’osservazione di salti insoliti nell’autonomia delle vetture.

Alla fine però, dai dati emerge una situazione più che positiva: non è facile capire lo stato di degradazione di una pila ma comunque, ad oggi, quasi tutti i veicoli elettrici si trovano in condizioni stabili.

Articoli correlati