Roma, 20/02/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

A2A, a Milano 4mila nuovi punti ricarica (100% green) per veicoli elettrici entro il 2026

11Mobilità elettrica
Home > News > Elettrificazione > A2A, a Milano 4mila nuovi punti ricarica (100% green) per veicoli elettrici entro il 2026

Dopo l’installazione pilota a Brescia, A2A annuncia l’arrivo delle colonnine City Plug anche a Milano, 4.000 circa entro i prossimi due anni, interamente ideate dal Gruppo, con il design di Giugiaro Architettura, ma la caratteristica di questa tecnologia è nelle piccole dimensioni, tali da permettere l’installazione capillare nelle aree blu e gialle della città.

Il piano per la diffusione di nuovi punti ricarica a Milano

L’elettrificazione della mobilità privata continua nel nostro Paese, anche se a rilento. Il Gruppo A2A ha annunciato che entro i prossimi due anni installerà a Milano circa 4.000 nuovi punti ricarica alimentati al 100% da fonti energetiche rinnovabili.

Si tratta delle colonnine City Plug, ideate dall’azienda, con un design di qualità come Giugiaro Architettura, e destinate alla ricarica lenta dei veicoli fino a 7 Kw, ma la caratteristica principale è che non hanno bisogno di stalli con parcheggi dedicati, perché essendo di piccole dimensioni si potranno installare in maniera capillare nelle comuni aree blu, gialle e bianche della città.

Sulla futura infrastruttura progettata da A2A E-Mobility, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala ha dichiarato: “La presenza capillare e discreta di colonnine di ricarica nei parcheggi non solo avvicinerà la nostra città alle grandi metropoli del mondo che hanno già adottato sistemi simili, ma darà un positivo impulso alla diffusione di veicoli elettrici, contribuendo così al processo di transizione ecologica che da tempo Milano ha avviato”.

L’emobility che nasce nei quartieri

L’idea è un po’ quella di far partire l’elettrificazione della mobilità privata proprio dalle case in area metropolitana, dai quartieri, lì dove si registrano le concentrazioni più alte di auto per cittadino.

Milano sta rispondendo attivamente alla sfida della transizione energetica e alla necessità che gli spostamenti diventino a zero emissioni”, ha detto Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di A2A.

Il capoluogo lombardo, anche grazie a questa capillare infrastruttura, “accelererà la transizione elettrica, e per questo ha progettato soluzioni che, riducendo sensibilmente il costo di investimento per ogni punto di ricarica, non richiedono uno stallo dedicato, né fissano un tempo limite di occupazione della colonnina, come invece avviene oggi per ogni altra colonnina sul territorio nazionale”, ha aggiunto Mazzoncini.

In ambito urbano, ha tenuto a precisare l’AD di A2A, la necessità non è quella della ricarica veloce, con l’onere di scollegare e spostare il veicolo dopo una o due ore, bensì di “lasciare l’auto parcheggiata la sera e ritrovarla carica la mattina, o lasciarla parcheggiata all’inizio della giornata lavorativa e trovarla carica al pomeriggio”.

285 stazioni e la possibilità di alimentare 14 punti con un unico contatore

I 4.000 nuovi punti ricarica che saranno realizzati a Milano, saranno suddivisi in 285 stazioni distribuite uniformemente su tutto il territorio comunale, facendo di Milano la città con la maggior densità di punti di ricarica pubblica d’Italia.

Le City Plug erogano energia in bassa potenza e, grazie alla tecnologia Dynamic Load Management, possono alimentare fino a 14 punti con un unico contatore, massimizzando il numero di vetture collegate al singolo dispositivo.

Giornalista

Articoli correlati