Roma, 21/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Utilities, le prime 50 al mondo incrementano il fatturato del 21%. I marchi di maggior valore: State Grid (Cina), Enel (Italia), EDF (Francia)

11
Home > Policy > Policy Mondo > Utilities, le prime 50 al mondo incrementano il fatturato del 21%. I marchi di maggior valore: State Grid (Cina), Enel (Italia), EDF (Francia)

Pubblicata la nuova edizione della classifica globale delle 50 migliori utilities in termini di fatturato, forza e valore del brand. Per il terzo anno consecutivo Enel conferma il secondo posto su scala mondiale, cedendo il podio più alto solo al gigante cinese State Grid. L’Italia in termini aggregati è al quinto posto.

SCARICA IL RAPPORTO BRAND FINANCE UTILITIES 50 2023

La guerra fa crescere il fatturato delle utilities globali

Il mercato globale delle utilities è cresciuto in maniera significativa durante il periodo più intenso della pandemia da Covid-19, ma dalla fine del 2021 in poi lo scoppio della guerra in Ucraina ha creato forte instabilità dei prezzi delle materie prime energetiche, soprattutto in Europa, con ripercussioni su diverse voci.

Secondo una nuova ricerca di Brand Finance, dal titolo Brand Finance Utilities 50 2023” il cambiamento radicale del settore energetico ha portato ad un significativo aumento del fatturato delle prime 50 utilities mondiali del +21%.

L’incremento di redditività, però, secondo i ricercatori, ha anche determinato una riduzione media generalizzata della forza dei brand, di circa il 4% nell’ultimo anno, mentre il valore dei brand è cresciuto lievemente del 4%.

La transizione green, le rinnovabili e il digitale cambieranno tutto

Un ranking globale che risente in maniera profonda della transizione energetica ed ecologica (nonché tecnologica) oggi in corso e che in futuro cambierà radicalmente organizzazioni e modelli di business.

Le utilities globali stanno effettuando una transizione radicale verso le fonti energetiche rinnovabili, aumentando gli investimenti ed eliminando progressivamente la dipendenza dalle fonti fossili. La classifica 2023 di Brand Finance riflette questo cambiamento, con diverse aziende che devono mettere in campo più strategie industriali, ecologiche e di comunicazione verso gli stakeholder, mentre quelle già orientate alle rinnovabili vedono crescere sempre più rapidamente il valore del proprio brand su scala mondiale”, ha spiegato Richard Haigh, amministratore delegato di Brand Finance.

Sul podio più alto le utilities di Cina, Italia e Francia

La TOP TEN mondiale delle utilities vede al primo posto la cinese State grid, con un valore del brand pari a 58,8 miliardi di dollari, in leggera diminuzione su base annuale del 2%.

Seguono al secondo posto il Gruppo Enel, con 11,73 miliardi di dollari di valore del brand, e al terzo posto la francese EDF, con 11,70 miliardi di dollari.

Il resto della classifica vede ancora la Francia al quarto posto con Engie (9,4 miliardi di dollari), quindi la tedesca E-on (6 miliardi di dollari) al quinto e a seguire ancora la cinese GD Power Development (4,37 miliardi di dollari), la francese Veolia (4,33 miliardi di dollari), la spagnola Iberdola (4,2 miliardi di dollari), la tedesca EnBW (4 miliardi di dollari) e la coreana Kepco (3,7 miliardi di dollari).

All’interno dello studio, anche se occupa il 29° posto, si sottolinea la crescita record del marchio tedesco RWE, che ha registrato un aumento del valore su base annua del 116%.

In termini di valore aggregato dei brand in classifica per Paese di origine, al primo posto della TOP FIVE c’è sempre la Cina, con il 38,7%, seguita dalla Francia, con il 13,2%, dagli Stati Uniti, con il 13,1%, quindi dalla Germania, con il 7,7%, e dall’Italia, con il 6,6%.

Giornalista

Articoli correlati