Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Pichetto Fratin: “Entro la fine dell’anno supereremo gli 8 GW di nuove rinnovabili”

11
Home > Policy > Policy Italia > Pichetto Fratin: “Entro la fine dell’anno supereremo gli 8 GW di nuove rinnovabili”

Entro il 2024 raggiungeremo e supereremo gli 8 GW di nuove rinnovabili installate e i 10 GW di rinnovabili autorizzate, secondo quanto affermato dal ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, in occasione di un webinar del Correre della Sera. L’87% delle aziende considera la sostenibilità come un fattore di vantaggio competitivo, si legge nel nuovo studio EY, grazie proprio alla riduzione delle proprie emissioni e alla generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Pichetto Fratin: “Installare almeno 70 GW di rinnovabili al 2030”

Per la fine del 2024, il nostro Paese potrebbe raggiungere e superare gli 8 GW di nuove fonti rinnovabili installate. È quanto dichiarato dal ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, in occasione di un webinar del Correre della Sera.

Durante l’anno in corso, sempre secondo il ministro, si potranno anche raggiungere i 10 GW di fonti rinnovabili autorizzate.

Nel 2021 abbiamo installato 1,5 GW di nuove rinnovabili, nel 2022 circa 3 GW, nel 2023 abbiamo sfiorato i 6 GW – ha spiegato il ministroe l’obiettivo è installare almeno 70 GW al 2030“.

Il testo unico sulle semplificazioni per le rinnovabili

Un paio di settimane fa circa, il ministro aveva già detto in audizione davanti alla Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei Deputati: “stiamo lavorando alla stesura di un Testo Unico sulle semplificazioni procedimentali per le rinnovabili”.

Tra le misure preseti nel Repower UE – ha precisato il Pichetto Fratin nell’audizione – si prevede l’adozione di un Testo unico legislativo di rango primario che raccolga, accorpi e consolidi tutte le norme che regolano l’impiego delle fonti pulite e che sostituisca la legislazione esistente in materia più rilevante”.

Il percorso di decarbonizzazione è ormai in corso e certamente l’azione del Governo è fondamentale per favorire una sua accelerazione.

Per le aziende la sostenibilità è un valore

Il mondo delle aziende, a più riprese, ha sempre chiesto all’esecutivo una maggior decisione nell’azione legislativa proprio a sostegno delle fonti energetiche rinnovabili.

La nuova edizione dello studio EY dal titolo “Seize the Change” conferma questa domanda di sostenibilità: “l’87% delle aziende considera la sostenibilità come un fattore di vantaggio competitivo”, mentre il 65% ha definito obiettivi e relative azioni per mitigare il cambiamento climatico, a fronte del 38% dell’anno 2022.

Le azioni più significative avviate, secondo lo studio, sono tutte legate alla riduzione delle proprie emissioni e alla generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Giornalista

Articoli correlati